il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Marò, che palle

Marò, che palle

(27 Marzo 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Napoli 12 luglio: tavolo tematico sullo "sfruttamento"

Dopo Salonicco...verso Roma. Prepariamo la festa all'euroimperialismo!

(3 Luglio 2003)

Cari compagni, vi informiamo che il tavolo intorno alle questioni dello sfruttamento (deciso all'assemblea di Roma del 31 maggio scorso) si terrà a Napoli presso il Circolo Antonio Gramsci di Piscinola (periferia di Napoli) alle ore 15,30.

Per raggiungere il luogo della riunione, per chi arriva in treno dalla stazione centrale, si deve prendere la metronapoli linea 2 stazione Garibaldi e scendere alla stazione successiva Cavour, imboccare il sottopassaggio di collegamento con la linea 1 - fermata Museo e scendere alla stazione Piscinola (ultima fermata della metro) questo è il luogo di appuntamento dalle ore 14,30 con i compagni di Napoli per raggiungere la limitrofa sede dell'incontro.

Abbiamo individuato tre punti di dibattito sul tema dello sfruttamento:

1. ristrutturazione capitalistica all'interno dell'Unione Europea e nei singoli stati del costituendo polo imperialista;

2. riforma del mercato del lavoro, flessibilità e precarizzazione delle condizioni di vita e di lavoro della classe;

3. lavoro nero, disoccupazione e negazione dei bisogni sociali come funzionale conseguenza degli interessi del capitale.

Riteniamo opportuno sottolineare l'importanza della costituzione del polo UE all'interno del quadro capitalistico attuale che vedrà nelle prossime scadenze il rafforzamento di tale realtà; essa si propone in prospettiva come aperto concorrente dell'imperialismo yankee. Nelle contraddizioni interimperialistiche e fra i diversi stati dell'UE non esistono sostanziali divergenze sull'attacco alle condizioni di vita dei lavoratori e chi pensa che oggi esista un'asse franco-tedesco espressione di un "capitalismo dal volto umano" si sbaglia di grosso poichè il loro disegno politico è quello di combattere qualsiasi forma di resistenza dei popoli in lotta, basti vedere la politica francese nelle ex-colonie come la Liberia e la politica tedesca nell'ex-Jugoslavia, mentre sul fronte interno si dispiega l'attacco alle conquiste dei lavoratori francesi da parte del governo di centro-destra e l'altissimo livello di conflittualità in Germania dovuto alle scelte antioperaie del governo socialdemocratico. La Germania, locomotiva dell'azienda europa, si trova di fronte ad una profonda crisi che, inevitabilmente investe il proletariato con attacchi al diritto allo sciopero e alle più generali condizioni di vita delle masse.

E l'Italia? Nel periodo di presidenza del semestre europeo sicuramente sarà la promotrice di una generale accelerazione delle politiche di ristrutturazione funzionali alla competitività socio-economiche e politiche.

Per questi motivi riteniamo necessario costruire un percorso di opposizione e di lotta contro le politiche di sfruttamento dell'Unione Europea, sicuramente sarà molto importante prepararsi in maniera adeguata all'appuntamento di Roma per il 15 ottobre 2003; questa serie di tavoli saranno utili al fine di crescere nel dibattito, nel confronto e nella lotta contro i padroni europei.

Il nemico principale è sempre in casa nostra!

Saluti rivoluzionari,

Laboratorio Antimperialista - Napoli
lab_antimp_na@hotmail.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il polo imperialista europeo»

Ultime notizie dell'autore «Laboratorio Antimperialista Napoli»

8235