il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Atene. Ordine pubblico

Atene. Ordine pubblico

(4 Maggio 2010) Enzo Apicella
Grecia. Il Fondo Monetario Internazionale si scontra con la resistenza popolare

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Bologna. iniziativa di solidarietà coi lavoratori greci

(5 Maggio 2010)

L’Associazione ControCorrente chiama i lavoratori, gli studenti e le forze politiche e sociali della sinistra a un’azione di solidarietà verso la lotta dei lavoratori greci. Domani, mercoledì 5 maggio, dalle 17,00 alle 18,30, davanti al Consolato Onorario Greco di Bologna, Via dell'Indipendenza 67/2 (angolo Via dei Mille/Via Irnerio) si terrà un volantinaggio/presidio.

L’iniziativa segue l’appello lanciato dai parlamentari europei del GUE (Sostenere lo sciopero generale del 5-6 Maggio in Grecia). Saranno centinaia le iniziative di solidarietà in tutta Europa e anche in Italia: oltre a Bologna anche a Genova, Savona, Giulianova e in altre città si terranno analoghe iniziative (su http://twitter.com/cantpaywontpay è possibile avere in tempo reale aggiornamenti su tutte le manifestazioni europee). Manifesteremo non solo per esprimere solidarietà, ma anche per ricordare ai lavoratori bolognesi che ciò che oggi tocca ai greci domani potrebbe toccare a noi ed è per questo che è necessaria la massima unità e servirebbe una mobilitazione unitaria del sindacato europeo.

Per domani e dopodomani i sindacati greci hanno dichiarato un nuovo sciopero generale per dire no alle misure volute da UE e FMI e promosse dal governo ‘socialista’ di Papandreu per far pagare la crisi del debito ai lavoratori greci. La vergognosa campagna diffamatoria lanciata dalla borghesia e dai media nei confronti di questi ultimi, dipinti come dei conservatori arroccati a difesa dei propri privilegi, va contrastata. Allo stesso modo vanno respinti i tentativi di mettere contro lavoratori tedeschi, francesi, italiani e lavoratori greci soffiando sul fuoco del nazionalismo. Gli unici privilegiati sono gli speculatori, che oggi acquistano denaro pagando l’1% di interesse e lo investono in titoli del debito greco con un rendimento assicurato del 7%; sono le agenzie di rating, soggetti privati che sono in grado di ‘dare i voti’ agli Stati, pur avendo pesanti conflitti d’interesse; sono grandi gruppi finanziari come Goldman Sachs, che si ergono a giudici dell’operato altrui quando sono pesantemente implicati nei peggiori scandali.

Bologna, 04 maggio 2010

Associazione ControCorrente
Collettivo di Bologna

3707