il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

San Valentino

San Valentino

(14 Febbraio 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Lega Nord e Fincantieri stessa faccia stessa razza

(1 Luglio 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it


COMUNICATO STAMPALEGA NORD E FINCANTIERI, STESSA FACCIA STESSA RAZZA.

La visita in città del ministro Maroni, oltre a quanto denunciato da più parti rispetto l’uso strumentale del sedicente “caso Monfalcone” che ne sta facendo la Lega Nord, è l’ennesima conferma che il Carroccio si muove di complemento con le linee di ristrutturazione organizzativa del locale stabilimento di Fincantieri.

L’alleanza tra Bono e Bossi parte da lontano, trova nella crisi economica mondiale un incentivo efficace; da una parte, infatti, s’intende dare una stretta al settore degli appalti, colpendo le ditte con maggiore presenza di lavoratori bengalesi, d’altro lato sul territorio, si enfatizza la presenza di cittadini stranieri come causa principale d’insicurezza, poco importa se lo stesso lavoro lo fanno altri cittadini di altre nazioni altrettanto deboli e futuri candidati al prossimo “repulisti” e ancor meno importa il fatto che tutti i dati ufficiali rappresentano una città sostanzialmente sicura, dove non esiste alcuna emergenza immigrati.

La Lega Nord nell’inventare “casi” che non esistono, non solo guarda al suo tornaconto elettorale, ma anche a quello di Fincantieri, avvallando, di fatto, una riorganizzazione che ha tutti i connotati della macelleria sociale, ovvero licenziamenti degli elementi più deboli, riduzione dei diritti di quelli oggi in qualche modo più garantiti. C’è in tutto ciò la conferma che da questa crisi il padronato e i suoi accoliti, intendono uscirne in modo autoritario e regressivo.

Insomma, la Lega Nord è oggi la mazza con cui Fincantieri sta percuotendo l’intero monfalconese, territorio che deve reagire e resistere ritrovando nella sua storia le ragioni della convivenza civile e dello sviluppo sociale.

Monfalcone 1 luglio 2010

p. CU Monfalcone

Alessandro Perrone

www.comunistiuniti.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il quarto governo Berlusconi»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Uniti»

2544