il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Lettere napoli: a proposito dell'arin e non solo di renato sellitto *

(8 Luglio 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.contropiano.org

Lettere
NAPOLI: A PROPOSITO DELL'ARIN E NON SOLO


di Renato Sellitto *

"Troppo spesso i nostri comportamenti sono andati nella direzione opposta a quella dichiarata". Lo scrive Claudio Grassi nel'articolo riportato sul suo blog nel 50° anniversario della rivolta dei giovani con le magliette a strisce guidati dall'allora FGCI contro il governo Tambroni appoggiato dai fascisti.;lo scrive a proposito della crisi degli attuali partiti comunisti a cui si tenta di rimediare con tentativi empirici, improvvisati, contraddittori; fuori comunque dal rigore della tradizione comunista che richiede sempre un'analisi per mirare la migliore risposta possibile alle questioni del tempo medesimo .In poche parole ripristinando quel metodo della teoria e della prassi unica possibilità per USCIRE DAL GUADO.

Tutto questo purtroppo non interroga la risposta del commissario del PRC comp. D'Alessandro alla questione posta dal n/s comunicato relativo alla inopportuna decisione di nominare un rappresentante del PRC nel consiglio di Amm.ne dell'ARIN; l'atto viene giustificato come ulteriore opportunità per avanzare dall'interno di quella postazione un passo avanti sulla battaglia contro il processo di privatizzazione dell'acqua .Una posizione non necessariamente peregrina se la nostra forza fosse ampiamente radicata nella società e potrebbe contare su riconoscimenti di autorevolezza da parte dei tanti cittadini che invece si rifugiano sfiduciati nell'astensionismo o dei tanti giovani schierati per la raccolta delle firme che proprio oggi sui blog palesano il loro dissenso rispetto alla scelta .I fatti dimostrano che siamo ridotti ad una forza marginale,incapace di imprimere svolte decisive agli indirizzi politici,come tale siamo percepiti ,appunto per l'assenza di un minimo di autonomo impianto teorico; continuare nell'assistere a bout de souffle le fallimentari esperienze di governi com' è avvenuto per la giunta Bassolino conferma la nostra subalternità al P. D. ed ai suoi tempi .Il soccorso prestato,col voto sul bilancio, alla giunta Iervolino da parte dei consiglieri della sinistra , ha prodotto l'assegnazione di diverse postazioni ai partiti costituenti la F d S. Non è casuale che la denuncia relativa alla decisione sull'inceneritore a Napoli riportata giorni fa dal mattino come cosa fatta, non viene commentata dal nostro commissario; né risultano prese di posizioni del nostro rappresentante nell'Asia .Così è stato anche per la soppressione del servizio pubblico dei trasporti funebri sottratto ai cittadini napoletani nel silenzio generale.

La tregua armata nei confronti della giunta Iervolino annunciata demagogicamente dopo la scissione di SL ha fatto il suo corso,a questo punto si può completare la farsa ed entrare direttamente in giunta. Sarebbe poco leale non partecipare al suo funerale. Abbiamo molto ma molto da imparare dagli operai di POMIGLIANO

7 luglio 2010

* PRC Ercolano - NAPOLI -area Ernesto

www.contropiano.org

4911