il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

OGM

ogm

(21 Settembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • DALLA TORNATA ELETTORALE DEL 20/21 SETTEMBRE UTILI INDICAZIONI PER LA BORGHESIA
    Corsa contro il tempo per l'instaurazione di un "governo forte"
    (23 Settembre 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Il saccheggio del territorio)

    NO Ponte: Gli attivisti parlano il linguaggio della democrazia. Il Senato Accademico quello della corporazione

    (8 Luglio 2010)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

    Si è svolto nel pomeriggio di Martedì 6 Luglio, davanti al Rettorato dell’Università di Messina, il sit-in indetto dalla Rete No Ponte per contestare la decisione di assegnare ad Eurolink (General Contractor per la progettazione e l’esecuzione dei lavori del ponte sullo stretto) un intero edificio del Polo scientifico di Papardo di 4.400 Mq., destinato in precedenza alla nascita di “nuove imprese”, frutto di ricerca e di innovazione.
    A queste – costituite in particolare da giovani laureati – sarebbero stati garantiti, secondo l’originaria destinazione, spazi, servizi e strumenti a costo contenuto. FUORI IL PONTE DALL’UNIVERSITA’, questo lo slogan dell’iniziativa della Rete No Ponte, aveva, inoltre, il significato di rivendicare ai saperi critici e alla democrazia, e non alla subordinazione all’impresa, il principale luogo della formazione. Pare che il Rettore Tomasello abbia detto ai ricercatori, ricevuti in delegazione, che male interpretata sia stata dai “no ponte” l’iniziativa dell’ Università di Messina. E’ stato, quindi, chiesto di poter interloquire con il Senato Accademico per spiegare le ragioni della protesta e riceverne tutte le delucidazioni del caso. Una richiesta normale in una città normale ed in una università normale. La risposta è stata, dopo una serie di rinvii, la chiusura netta ad ogni interlocuzione.

    Un’università blindata dalle forze dell’ordine ed un Senato Accademico chiuso alle istanze dei cittadini ci consegnano uno scenario triste e oscuro in una città sulla quale incombe, sempre più pesante, l’ombra del ponte. La Rete No Ponte comunicherà nei prossimi giorni, in conferenza stampa, le iniziative che intenderà prendere per dare continuità alla protesta di oggi.

    Messina, 06.07.10

    RETE NO PONTE

    www.comunistiuniti.it

    2946