il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Democrazia

Democrazia

(17 Aprile 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(La rivoluzione bolivariana)

Il Venezuela rompe le relazioni diplomatiche con la Colombia. Allerta alle zone di frontiera

(23 Luglio 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.radiocittaperta.it

Grazia Orsati, Radio Città Aperta

23-07-2010/12:33 --- Il presidente venezuelano Hugo Chavez ha annunciato ieri che il Venezuela ha rotto le relazioni diplomatiche con la Colombia. Esprimendo dispiacere per la decisione di rompere con la “sorella Repubblica di Colombia”, Chavez ha spiegato che alla luce delle recenti dichiarazioni dell’ambasciatore colombiano presso l’Osa (l’Organizzazione degli Stati americani) “non ci resta altro, per la nostra dignità, che rompere totalmente le relazioni”. L’ambasciatore colombiano Alfonso Hoyos aveva mosso dure accuse al governo venezuelano relativamente alla presunta presenza in Venezuela di 1500 esponenti delle due principali formazioni guerrigliere colombiane: Farc ed Eln.
E intanto sale ancora la tensione tra i due paesi: Guillermo Mendoza, procuratore generale della Colombia, ha annunciato oggi che il suo ufficio sta esaminando l'ipotesi di denunciare il governo venezuelano davanti alla giustizia internazionale per la presunta collaborazione offerta dal governo di Caracas ai guerriglieri colombiani. L'annuncio è arrivato al termine di una riunione cui Mendoza ha partecipato la notte scorsa assieme a funzionari del governo.
Il presidente Chavez ha ordinato la massima allerta nelle zone di frontiera ed il Ministro degli Esteri venezuelano, Nicolás Maduro, ha dichiarato che, dopo gli attacchi colombiani, si valuteranno nuove misure di sicurezza. Una delle prime disposizioni riguarda la notifica ai diplomatici colombiani perché lascino il paese entro 72 ore.
Il governo venezuelano ha inoltre chiesto un consiglio straordinario dei ministri degli esteri dell’Unasur (l’Unione delle Nazioni Sudamericane), consiglio dedicato all’analisi delle aggressioni provenienti dalla Colombia.
Nelle sue dichiarazioni alla stampa il Ministro Maduro ha invitato i cittadini ad una posizione attiva a sostegno della posizione del Governo venezuelano, mettendo in guardia contro possibili recrudescenze dei settori degli oppositori.
I nuovi attacchi contro Caracas sono visti come il tentativo di minare future possibilità di dialogo tra i due paesi le cui relazioni erano state compromesse nel 2009 dall’istallazione in Colombia di sette basi militari statunitensi.
Chavez, che ha sempre negato la veridicità delle accuse al suo governo mosse dall’ambasciatore colombiano, ha attaccato “l’oligarchia guerrafondaia che guida la Colombia”, ed ha espresso l’auspicio che dopo il 7 Agosto (data di insediamento del nuovo presidente Juan Manuel Santos) si possa arrivare a migliori rapporti bilaterali.

www.radiocittaperta.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «La rivoluzione bolivariana»

Ultime notizie dell'autore «Radio Città Aperta - Roma»

3119