il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

La fatalità dominante

La fatalità dominante

(26 Novembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Di lavoro si muore)

Cile, 33 minatori sepolti da 17 giorni

(23 Agosto 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.operaicontro.it

corriere Cile, sono vivi i minatori intrappolati da 17 giorni. «Mesi per tirarli fuori» I 33 lavoratori sono riusciti a comunicare con l'esterno. La gioia del presidente Pinera. Paese con il fiato sospeso SANTIAGO - I 33 minatori intrappolati da 18 giorni in una miniera di oro e rame nel nord del Cile sono ancora vivi. Ma occorreranno almeno tre mesi per poterli tirare fuori. Il presidente cileno, Sebastian Pinera, ha confermato che i «sepolti vivi» sono riusciti a comunicare con l'esterno infilando un biglietto di carta nel tunnel scavato per raggiungerli. Nelle prime ore di domenica, una sonda era infatti arrivata a 688 metri di profondità e aveva raggiunto la galleria dove si supponeva che avessero trovato rifugio i lavoratori intrappolati nel crollo del 5 agosto. Poco dopo, la sonda ha riportato in superficie una nota scritta: era mezzogiorno e la notizia ha fatto rapidamente il giro dell'accampamento, dove da due settimane più di duecento persone aspettano notizie con il fiato sospeso, scatenando scene di gioia. E poco dopo la notizia è stata confermata ufficialmente a tutto il Cile, che sta seguendo in diretta gli sviluppi del dramma, dal presidente Pinera, che domenica ha visitato per la quarta volta Copiago, la località dove è situata la miniera.

«Viva Chile!, mierda», ha esclamato il presidente, contagiato dall'emozione. «I 33 di noi che sono nel rifugio stanno bene», si legge nella nota. I soccorritori sono riusciti a far passare nel micro tunnel scavato anche una telecamera, che ha rimandato attraverso le lenti le immagini di alcuni minatori: a petto nudo per il caldo all'interno, ma in condizioni di quello che ci si attendeva. Pinera ha elogiato «il valore e il coraggio» dei 32 minatori cileni e del boliviano intrappolati nella miniera della azienda San Esteban che «hanno resistito più di due settimane soli, nelle viscere della montagna». Secondo El Mercurio de Chile, l'ingegnere incaricato delle manovre, Andre Sougarret, ha già reso noto il piano, che partirà nelle prossime ore, per concretizzare il salvataggio dei minatori. Una volta stabilite le comunicazioni e consegnati acqua e alimenti, si introdurrà una sonda di maggiori dimensioni per iniziare il trasporto in superficie dei minatori. Secondo l'esperto il salvataggio potrebbe durare fino a quattro mesi. (fonte: Agi) 23 agosto 2010

www.operaicontro.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Di lavoro si muore»

Ultime notizie dell'autore «Operai contro-aslo»

3880