">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Un altro fondo è possibile

Un altro fondo è possibile

(17 Settembre 2010) Enzo Apicella
Continua la crisi del Partito Democratico

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Bersani vuole un nuovo ulivo

(26 Agosto 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.operaicontro.it

DA L'UNITA' Bersani propone un "Nuovo Ulivo" di c.b.tutti gli articoli dell'autore Dopo la lettera di Walter Veltroni al Corriere della Sera, Pierluigi Bersani scrive a la Repubblica. “Addio Unione, ora Nuovo Ulivo e un'Alleanza democratica per sconfiggere Berlusconi” titola il quotidiano diretto da Ezio Mauro. Nell'estate “orrenda” passata in rassegna da Veltroni, invece, la frase «Mi alleo anche con il diavolo pur di...» e le “sante alleanze contro Berlusconi” venivano bocciate senza appello.

CONVERGENZE Ma, a leggere meglio le due “missive” delle anime democratiche spesso in disaccordo tra loro, un punto di convergenza c'è. Perché se da un lato Veltroni dice che “semmai, in caso di crisi di governo, si cerchino soluzioni capaci di fronteggiare per un breve periodo l'emergenza finanziaria e sociale e di riformare la legge elettorale”. Dall'altro, Bersani, ribadisce che la soluzione preferita sarebbe proprio un governo di transizione per cambiare la legge elettorale. Quindi una visione gemella di quella del suo predecessore.

DIFFERENZE Le differenze, marcate, invece, vengono fuori nell'ipotesi di elezioni anticipate.
Qui Veltroni rivendica la sua esperienza (“il risultato elettorale più importante della storia del riformismo italiano”) e ribadisce che “le uniche alleanze credibili, prima e dopo le elezioni, siano quelle fondate su una reale convergenza programmatica e politica”. Mentre Bersani ipotizza, sempre in caso di elezioni, una “alleanza democratica per una legislatura costituente” e più avanti specifica che ad allearsi con “le forze progressiste”, che nel frattempo dovrebbero aver trovato “la coerenza di un nuovo Ulivo”, potrebbero essere anche “le forze contrarie al berlusconismo che in un contesto politico normale avrebbero un'altra collocazione”. Dunque, una legislatura costituente per superare non solo Berlusconi ma anche il “berlusconismo” che veda insieme tutto il centrosinistra più l'Udc, più i Finiani e forse anche la Lega, visto che tra le priorità di questa costituente Bersani cita solo legge elettorale e federalismo.

www.operaicontro.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va il centrosinistra?»

Ultime notizie dell'autore «Operai contro-aslo»

4422