il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Per i tre operai della Fiat

Per i tre operai della Fiat

(25 Agosto 2010) Enzo Apicella
Melfi. La Fiat licenzia tre operai, il giudice del lavoro li reintegra, la Fiat li invita a rimanere a casa!

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • PICCOLA RUMINAZIONE IN LODE DELLE RAGAZZE E DEI RAGAZZI CHE IN QUESTI GIORNI...
    (UN DISCORSO FATTO A VITERBO NELL'ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI ALFIO PANNEGA)
    (21 Settembre 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Licenziamenti politici)

    Coop Papavero: peggio della Fiat! Scioperano: licenziati in 15!

    (14 Agosto 2010)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.sicobas.org

    Comunicato stampa.

    Febbraio 2010: vari scioperi a Cerro al Lambro, dei lavoratori della Cooperativa Papavero, che ha in appalto lavorazioni della GLS Italy, gigante europeo delle spedizioni, di proprietà delle poste inglesi. Le rivendicazioni quelle “usuali” nelle cooperative della logisitica: un trattamento dignitoso, rispetto umano, rispetto delle norme e dei livelli economici previsti dai contratti nazionali, il pagamento di tutte le ore ordinarie e straordinarie lavorate e una distribuzione più equa dei carichi di lavoro, delle turnazioni, dell'orario e degli straordinari. I lavoratori della cooperativa, in maggioranza giovani extracomunitari, ad ogni sciopero si sono trovati di fronte non solo la cooperativa, ma oltre un centinaio tra poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa, schierati davanti al capannone GLS Italy di Cerro al Lambro, e che più di una volta hanno caricato i picchetti. Dopo le lotte parte la ritorsione della Coop. Papavero, con contestazioni disciplinari. Ma con una condotta pienamente antisindacale la coop si rifiuta di ascoltare i lavoratori a propria difesa con il sindacalista di fiducia da loro designato, come previsto dall’art. 7 dello Statuto dei Lavoratori.

    La condotta antisindacale della Coop. Papavero si dimostra anche dal fatto che, fino ad oggi, si è costantemente rifiutata di accogliere le disdette dei lavoratori dalla sigle cui erano precedentemente iscritti e di far partire le trattenute sindacali a favore del Sindacato Intercategoriale Cobas. Senza aver più contestato nulla ai lavoratori nei modi previsti per legge, a sei mesi di distanza dagli scioperi, in pieno agosto, fa partire 15 licenziamenti politici, di rappresaglia.

    Le motivazioni sono risibili e pretestuose: aver scioperato, aver fatto i picchetti, aver rilasciato dichiarazioni alla stampa “lesive” per la Cooperativa (senza mai aver contestato un fatto specifico o una dichiarazione citata da un preciso giornale).

    Questi licenziamenti sono un chiaro atto di vendetta, un attacco al diritto di sciopero e alla libertà di associazione sindacale. Il loro scopo è quello di intimidire i lavoratori delle cooperative, impedire che si organizzino per difendere i propri diritti e le proprie condizioni di lavoro.

    La volontà dei padroni delle cooperative (che non hanno nulla a che fare con i “fini mutualistici” che per legge devono mettere in cima ai propri statuti), assieme a quelle dei grandi appaltatori che si servono di loro, è quella di mantenere questi lavoratori in uno stato permanente di ricatto, di assenza di regole certe e di rispetto delle minime norme contrattuali. Per tutti e due un unico imperativo: fare più guadagni pagando il meno possibile i lavoratori ed evitando che si organizzino sindacalmente.

    Questa “normalità” di ricatto, lavoro non pagato e/o lavoro nero, fino alla collusione con la mafia, è la vita quotidiana nelle cooperative, come hanno messo in luce anche le inchieste della magistratura in Lombardia negli ultimi due anni. Per aver contrastato tutto questi i 15 lavoratori sono stati licenziati dalla Coop. Papavero.

    (riferimenti a questa vicenda sul sito www.sicobas.org nella sezione Cooperative negli articoli relativi a GLS con link ai vari video della lotta)

    Milano 12-8-2010

    www.sicobas.org

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Questa notizia è stata pubblicata anche in:

    Ultime notizie del dossier «Licenziamenti politici»

    Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

    3056