il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Il tour dei Nobel per la pace

Il tour dei Nobel per la pace

(20 Novembre 2011) Enzo Apicell
Obama, premio Nobel per la Pace, dichiara di “non escludere un attacco militare all'Iran”. Shimon Peres, premio Nobel per la Pace, afferma: “L'attacco all'Iran è sempre più vicino”.

Tutte le vignette di Enzo Apicell

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?")

Gigantografie. Lettera al Magnifico Rettore di Palermo

(10 Settembre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in medioevosociale-pietro.blogspot.com

Illustre Magnifico Rettore,

vedo che ha esposto dal balcone centrale di Palazzo Steri la gigantografia di Sakineh la donna iraniana condannata alla lapidazione per avere ucciso, con la complicità dell'amante, il marito. La pena è stata commutata in pena di morte, poi sospesa, il nove luglio scorso come è stato pubblicato da molti giornali (Corriere della sera, Unità e da Nessuno tocchi Caino, l'agenzia radicale specializzata per questo genere di affari). Nei due mesi successivi alla commutazione della pena, il pressing del mondo occidentale è continuato e si è intensificato, sorretto da una possente organizzazione. Come se la lapidazione dovesse avvenire da un momento all'altro. Non è un caso che gigantografie come quella che lei ha fatto esporre sono state esibite contemporaneamente dal Comune di Roma, da quello di Napoli e in diecine di altri posti.
Si è insistito sulla propagazione della notizia falsa della lapidazione mentre tre portaerei e diverse navi da guerra si appostavano nel mare antistante l'Iran ed imponenti preparativi militari sono in corso per una aggressione all'Iran da parte di Israele e della Nato.
Sakineh è diventata l'Icona di una campagna di odio e di morte contro il popolo iraniano.
Ho pensato, dopo aver letto le motivazioni umanitarie del gesto dell'Ateneo di suggerirle l'esposizione di una gigantografia contenente questa immagine (http://www.spazioamico.it/speciale%20Iraq%202.htm#bambino)qui accanto pubblicata di uno dei tanti bambini nati in Irak, in Afghanistan, in Kossovo o a Belgrado dopo i bombardamenti all'uranio. Ci furono altre campagne di odio contro
Milosevic, Sadam Hussein o i Talebani, in speciale quella del BurKa, che poi sfociarono in questi risultati scandalosi per l'umanità.
Eccole la foto
( qui accanto pubblicata)

Migliaia di bambini come questo sono già nati, altri ne nasceranno in Iran se subirà la sorte dei paesi già aggrediti ed occupati.
Cordiali saluti.
Pietro Ancona
già segretario generale CGIL Sicilia
già membro del CNEL

medioevosociale-pietro.blogspot.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Ultime notizie dell'autore «Pietro Ancona - segretario generale CGIL sicilia in pensione»

5246