il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Ai giornalisti prezzolati

Ai giornalisti prezzolati

(9 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Chavez viene rieletto con il 54% dei voti, con grande dispetto dei giornalisti prezzolati dall'imperialismo che davano per sicura la sua sconfitta

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 77 di "Alternativa di Classe"
    (23 Maggio 2019)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    APPUNTAMENTI
    (Imperialismo e guerra)

    SITI WEB
    (La rivoluzione bolivariana)

    Venezuela: la rivoluzione bolivariana minacciata dall’imperialismo

    (2 Ottobre 2003)

    L'impero sviluppa la sua strategia per la ricolonizzazione dell’Amèrica Latina attraverso l’Area di Libero Commercio delle Americhe (ALCA), il Plan Colombia, il Plan Puebla Panamà, l'Aguila III e le basi militari che hanno intorno ai paesi andini. In modo particolare il Venezuela, rappresenta un impedimento per l’imperialismo poiché sia il governo Bolivariano sia il popolo non permetteranno ne l’ acceso al petrolio ne al controllo sociale del popolo per perseguire interessi strategici (ALCA, PLAN COLOMBIA)

    Per queste ragioni , l’impero con i suoi esecutori: l'oligarchia, l’opposizione reazionaria- fascista e terrorista , cerca in qualsiasi modo di troncare la Rivoluzione Bolivariana, per ciò in aprile del 2003 ha pianificato e diretto il colpo di stato fascista contro la Repubblica, il popolo e la rivoluzione Bolivariana, inoltre ha attuato lo sciopero petrolifero a 02 dicembre 2002 –02 febbraio 2003.Questi avvenimenti promossi dai golpisti fascisti hanno scatenato una forte resistenza da parte del popolo venezuelano che ha sconfitto il colpo di stato.I fatti accaduti in quei giorni hanno permesso di difendere e ricuperare la democrazia, la Costituzione Bolivariana e la restituzione del presidente della Repubblica.Inoltre il popolo di Venezuela ha dimostrato a tutto il mondo che non acettarà il saccheggio delle conquiste appena ottenute e di essere pronto a difendere con ogni mezzo. Questo ci dimostra che la lotta di classe è il motore della Rivoluzione, quel insorgere di masse rivoluzionarie in quei giorni indimenticabili della storia venezuelana, ha messo di nuovo nel ruolo di protagonista al popolo, come soggetto storico della propria liberazione.Gli avvenimenti si sono sviluppati con un gran fiume umano nelle strade, manifestando in difesa della Rivoluzione per affrontare corpo a corpo la strategia offensiva della destra reazionaria e fascista; senza l’aiuto di tutti i settori della società sarebbe stata difficoltosa la sconfitta dei colpi di stato fascisti e terroristi.In definitiva è stata e sarà la partecipazione protagonista e insurrezionale di tutto il popolo a difendere la Rivoluzione Bolivariana guidata dal Comandante Hugo Chavez Frias.

    La rivoluzione Bolivariana che si stà sviluppando contribuisce al risveglio dei movimenti popolari dell’ Amèrica Latina e dei Caraibi e rappresenta il punto di riferimento della speranza degli emarginati opera per la giustizia sociale, per la sovranità e autodeterminazione dei popoli; per la non discriminazione razziale, la liberazione nazionale, per la costruzione del potere popolare alternativo, per l’esercizio della democrazia partecipativa, seguendo gli ideali di Bolivar, Zamora, e Simòn Rodriguez.

    Il popolo è deciso a sconfiggere la controrivoluzione fascista e gli attacchi dell’ imperialismo anche con le armi, se necessario, ciò significa un popolo organizzato sotto la strategia della Guerra Popolare Rivoluzionaria.

    Dopo le sconfitte subite oggi dalla destra e le posizioni del presidente Hugo Chavez contro le politiche repressive dell’ imperialismo yankees ai danni dell’ Amèrica Latina a del mondo e davanti alla prospettiva di creare un ambiente di destabilizzazione in Venezuela per sconfiggere il governo democratico e rivoluzionario il popolo denuncia davanti al mondo il tentativo imperialista di strappare le conquiste democratiche e chiede la solidarietà dei popoli contro l’intervento nord-americano in sud Amèrica.E contro le politiche repressive atte a stroncare la Rivoluzione Bolivariana.

    Contro l’interventismo degli yankees.
    Uniamoci e saremo invincibili
    Venezuela libera e sovrana.
    Viva la rivoluzione bolivariana !

    Movimiento Nacional Union De Fuerzas Independientes (Venezuela)

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «La rivoluzione bolivariana»

    Ultime notizie dell'autore «CSPAL (Comitato di Solidarietà con i Popoli dell'America Latina)»

    8762