il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il ricatto

Il ricatto

(20 Giugno 2010) Enzo Apicella
A Pomigliano la Fiat convoca, con scarso successo, una manifestazione a favore dell'accordo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Lo scandalo della mancata qualita' alla ferrari

(22 Settembre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.operaicontro.it

LO SCANDALO DELLA MANCATA QUALITA' ALLA FERRARI Gli incendi che hanno colpito l'ultimo modello della Ferrari, la F458 Italia, rappresentano l'aspetto più inquietante e spettacolare di un sistema produttivo che a Maranello fa sempre più fatica.
Negli ultimi due anni l'Azienda ha accelerato la messa in produzione di due modelli (Ferrari California e F458 Italia), due modelli a 8 cilindri con l'obbiettivo di aggredire il mercato in crisi. Una nuova filosofia industriale che si concentra sulla produzione di due vetture con motore 8 cilindri per cercare di raggiungere maggiori volumi produttivi. La volontà aziendale di mettere in produzione due vetture in poco tempo sta rivelando contraddizioni e carenze. Oltre 1400 auto tornano ai concessionari perchè rischiano di incendiarsi.

Chi pagherà i danni di questo scandalo senza precedenti? Probabilmente i costi di garanzia si ripercuoteranno sui dipendenti della Ferrari, i quali si vedranno decurtare il proprio premio di risultato. Un fatto assurdo poichè i lavoratori non hanno alcuna voce in capitolo sulla qualità.
La RSU-FIOM-FERRARI, soprattutto nel corso del 2009, ma già dal 2006 in maniera costante, critica l'organizzazione del lavoro della Ferrari e solleva perplessità sulla gestione della qualità da parte dell'azienda.
I lavoratori dovranno pagare i danni di una progettazione, uno sviluppo delle vetture avvenuto in fretta e senza il coinvolgimento della delegazione sindacale della Fiom che aveva messo a disposizione le proprie conoscenze e la propria disponibilità per affrontare le criticità in fase di sviluppo della F458.
Nonostante verbali di accordo siglati tra RSU e Ferrari in merito alle verifiche congiunte dell'avanzamento della F458 (Aprile e Maggio 2009), L'AZIENDA NON HA MAI CONVOCATO UN TAVOLO TECNICO IN CUI DISCUTERE DI PROBLEMATICHE DELLA VETTURA, NE TANTO MENO HA PRESO IN CONSIDERAZIONE I TANTI SUGGERIMENTI DI CARATTERE TECNICO FORNITI DALLA DELEGAZIONE TRATTANTE IN MERITO ALLA QUALITA', ALL'ADDESTRAMENTO, ALLA CRESCITA PROFESSIONALE, E ALLA MERITOCRAZIA.
Negli ultimi anni la Ferrari si è avvitata attorno alla "meritocrazia" tanto da degenerare e svilire il lavoro di squadra. Per il raggiungimento degli obiettivi economici è nata una guerra tra i vari ingegneri, tra i responsabili dei reparti di sviluppo, tra i reparti e tra i loro capi reparto, tra i collaudatori ecc...

Un sistema di lavoro fondato sull'omertà e sulla cieca obbedienza in funzione del Premio individuale che andava ad integrare quello accordato con i sindacati. Un modello di sviluppo aziendale che ha generato un deserto dove c'era collaborazione e tradizione di lavoro di qualità.
Intanto la Ferrari attacca la Fiom perchè ha detto un secco No ai sabati comandati. Un No legittimato dall'assemblea dei lavoratori a seguito dell'indisponibilità aziendale di non far pesare i problemi della F458 sul saldo 2010 e di aprire alla contrattazione aziendale in un momento di crescita.
La Ferrari attacca il sindacato che ha proposto di collaborare per il miglioramento della Qualità delle vetture, chiude qualunque possibilità di confronto poichè da un lato è succube del modello Fiat che non accetta il sindacato rivendicativo e dall'altro ha necessità di scaricare i costi della qualità mancata sui propri dipendenti per garantire ottimi dividendo agli azionisti.

La RSU-FIOM- FERRARI invita i lavoratori della Ferrari nella lotta per il diritto ad un contratto ed al premio di risultato attraverso lo sciopero dei Sabati Comandati. Infine ringrazia per la partecipazione al presidio di Sabato 18-9-2010 la segreteria della Rifondazione Comunista Regionale e Modenese, il Coordinamento dei precari della scuola di Modena, i lavoratori ed RSU della CNH di Modena, della Terim e tutti coloro che hanno inviato messaggi di sostegno e solidarietà ai lavoratori della Ferrari o che daranno voce ai diritti dei lavoratori.
20-9- 2010

RSU-FIOM-FERRARI

10940