il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Thatcher

Thatcher

(9 Aprile 2013) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Croazia, 3000 operai in piazza

(23 Settembre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.operaicontro.it

Croazia/ Proteste contro privatizzazione cantieri navali Spalato Imposta da Ue in vista di obiettivo adesione nel 2012 Belgrado, 22 set. (Apcom-Nuova Europa) - Sono circa 3000 gli operai scesi in piazza a Spalato, città costiera della Croazia, contro la decisione del governo di mettere in vendita in sei cantieri navali nazionali. Una scelta obbligata per Zagabria in vista dell'obiettivo di adesione all'Ue nel 2012, in quanto Bruxelles considera gli elevati sussidi statali ai cantieri incompatibili con le norme comunitarie sulla libera concorrenza.

Afflitto da crisi e disoccupazione e nonostante le elezioni legislative in programma tra un anno, l'esecutivo croato ha dunque messo in vendita i sei cantieri, due dei quali a prezzo di mercato, mentre gli altri quattro saranno ceduti al valore simbolico di 1 kuna (ca 0,13 euro), a patto che l'acquirente si accolli i debiti e garantisca investimenti congrui al rilancio dell'attività cantieristica.

Fino a che non saranno finalizzate le cessioni, i cantieri non potranno ricevere nuovi ordinativi con possibili ripercussioni sulla base occupazionale: le tute blu di Spalato temono, inoltre, tagli di salari e licenziamenti una volta che gli impianti passeranno in mano privata.

Le sole tre offerte pervenute sino ad ora sono state giudicate inadeguate, e pertanto rigettate, dall'Agenzia croata per la protezione della concorrenza di mercato. Il capo dell'organismo, Olgica Spevec, ha precisato che i cantieri saranno venduti a "investitori credibili che siano in grado di ristrutturare i cantieri e renderli competitivi sul mercato globale".

Oltre ad essere un pilastro della tradizione economica di Spalato e nazionale, i cantieri navali rappresentano un fondamentale bacino di occupazione con 11.000 addetti diretti, che salgono a circa 100mila con l'indotto. La crisi economica si è particolarmente accanita sulla Croazia e il tasso di disoccupazione ammonta ora al 16,5%.

www.operaicontro.it

6139