il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

L'ombra nera

L'ombra nera

(20 Agosto 2012) Enzo Apicella
E' morto ieri il disoccupato Angelo di Carlo, che si era dato fuoco per protesta 8 giorni fa davanti a Montecitorio

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

  • 18 Ottobre 2019 - Mestre (VE)
    Contro lo sfruttamento del lavoro e della natura, contro repressione e militarismo, per un fronte di lotta anti-capitalista

SITI WEB
(Lavoratori di troppo)

Bono come Marchionne

(23 Settembre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

FIAT E FINCANTIERI SOTTO CONTROLLO OPERAIO!

SOSTENIAMO LO SCIOPERO NAZIONALE UNITARIO DI 8 ORE DELLA CANTIERISTICA INDETTO PER IL 1° OTTOBRE.

Da tempo stiamo denunciando la linea industriale liquidazionista di Fincantieri, che ha come obiettivo di ridimensionare il ruolo della navalmeccanica nell’economia nazionale, attraverso i tagli dell’organico e la chiusura di diversi cantieri. Le notizie di questi giorni, riguardo il piano “lacrime e sangue” di Fincantieri, confermano quanto da noi già denunciato e porta in luce una linea industriale che promuove la deregolamentazione svalorizzando il lavoro e la sua qualità e, di fatto, converge con quanto sta succedendo nell’intero panorama industriale nazionale attraverso la linea padronale a senso unico imposta dell’Ad di Fiat Marchionne con l’avvallo del governo Berlusconi.

Il taglio del personale di Fincantieri, che dalle prime indiscrezioni interesserà 2.500 lavoratori diretti e 5.000 dell’indotto, la chiusura dei cantieri di Castellammare di Stabia e Riva Trigoso e il netto ridimensionamento di Palermo, con la delocalizzazione di parte della produzione negli USA, mette in crisi l’intera struttura industriale del Gruppo e, in prospettiva, pone grossi dubbi sulla stessa tenuta del settore delle navi da crociera, il quale in assenza di un piano industriale ed investimenti adeguati, inevitabilmente sarà interessato a successivi ridimensionamenti di personale e carichi di lavoro.

La cantieristica, invece, deve essere rilanciata con un piano industriale organico, che vada a valorizzare e sviluppare l’intera filiera produttiva oggi esistente in questo comparto strategico per l’intera economia nazionale e ciò può realizzarsi solo con l’integrità del Gruppo Fincantieri, da Monfalcone a Palermo e dentro un quadro certo di diritti e di tutele valide per tutti.

Se l’Ad di Fincantieri Bono - come Marchionne per Fiat -, oggi può fare e disfare a suo piacimento, lo si deve all’assenza colpevole e complice delle destre al governo. Se non c’è altro piano industriale che quello di far pagare la crisi ai lavoratori ciò è possibile anche per la mancanza di una politica industriale adeguata; ecco perché è quanto mai indispensabile mobilitarci e rivendicare il diritto al lavoro con la lotta.

· CONTRO IL PIANO DI FINCANTIERI ADERIAMO ALLO SCIOPERO DI 8 ORE DELLA CANTIERISTICA, INDETTO PER IL PROSSIMO VENERDÌ 1° OTTOBRE DA FIM, FIOM, UILM, CON MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA.

· NESSUN LICENZIAMENTO, NESSUNA CHIUSURA DEVE ESSERE ACCETTATA, LA CANTIERISTICA VA DIFESA NELLA SUA INTEGRITÀ.

· RESPINGIAMO I PIANI DI RESTAURAZIONE PADRONALE CHE I BONO ED I MARCHIONNE INTENDONO IMPORCI CON L’AVALLO DELLE DESTRE AL POTERE.

· DA NORD A SUD UNITI NELLA LOTTA PER IL LAVORO, LA DEMOCRAZIA E IL SOCIALISMO.

· COME SIAMO CONTRO LA PRIVATIZZAZIONE DI FINCANTIERI, ALLO STESSO MODO CALDEGGIAMO LA NAZIONALIZZAZIONE DI FIAT: I COMPARTI STRATEGICI VANNO POSTI SOTTO CONTROLLO OPERAIO!

COORDINAMENTO OPERAI COMUNISTI

aderente a COMINISTI UNITI Monfalcone

www.comunistiuniti.it

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Lavoratori di troppo»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Uniti»

2190