il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Teresa Lewis vs. Sakineh

Teresa Lewis vs. Sakineh

(8 Settembre 2010) Enzo Apicella
Continua la campagna sciovinista contro la pena di morte... ma solo in Iran

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?")

Iran: arrestate presunte spie coinvolte in contagio stuxnet

Tehran afferma che sono stati tutti «bonificati» i computer infettati dal virus informatico

(4 Ottobre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nena-news.com

Roma, 04 ottobre 2010 (nella foto dal sito www.rank.geekheim.de il presidente iraniano Ahmadinejd in visita alla centrale atomica di Natanz), Nena News – Sono finite in manette almeno otto presunte spie coinvolte in apparenza all’affare Stuxnet, il virus informatico diffuso soprattutto in Iran che secondo alcuni esperti occidentali sarebbe stato creato da qualche Stato per sabotare il programma nucleare di Tehran, colpendo sistemi della Siemens per l'automazione industriale.

Il ministro dell’intelligence, Haydar Moslehi, riferendo oggi degli arresti compiuti, ha aggiunto che il governo iraniano «ha scoperto le attività distruttive dell’arroganza (di potenze occidentali) nel cyberspazio» L’Iran, ha detto, «ha messo in campo diversi sistemi di sicurezza per fermarle». Moslehi ha assicurato i cittadini iraniani che il virus informatico non è stato in grado di provocare danni o di trasmettere informazioni sulle attività nucleari del paese.

Già ieri il vice ministro iraniano dell'industria, Mohsen Hatam, aveva affermato che sono stati tutti «bonificati» i computer industriali infettati, circa 30mila. Si ritiene però che le autorità iraniane, per ragioni di opportunità politica, abbiamo minimizzato le conseguenze dell’infezione informatica. Il capo della centrale atomica di Bushehr aveva ammesso che il virus aveva raggiunto anche quell’impianto infettando però solo i personal computer del personale tecnico e non i sistemi della centrale.

Stuxnet è il primo worm che spia e riprogramma pc industriali, infettando in particolare quelli dotati di sistema operativo Windows e software WinCC e PCS 7. Il virus si diffonde tramite penna usb o internet e si attiva alla apertura in visione del dispositivo che lo contiene. Stuxnet inoltre è in grado di riprogrammare il controllore logico e di nascondere le modifiche compiute. E' stato scoperto nel giugno del 2010 da VirusBlokAda, una società di sicurezza Bielorussa. La complessità di Stuxnet è insolita per un virus informatico in quanto l'attacco richiede la conoscenza dei processi industriali e mira all'attacco a infrastrutture industriali. Per la sua realizzazione si sarebbe dovuto impiegare un team di programmatori di diverse discipline. Secondo i tecnici Siemens la creazione di questo malware avrebbe richiesto mesi se non anni di lavoro se eseguita da una sola persona.

Per questa ragione sull’origine dello Stuxnet si sono fatte varie ipotesi che nella maggior parte dei casi chiamano in causa Israele e anche gli Stati Uniti, paesi che accusano Tehran di volersi dotare di ordigni atomici e, di conseguenza, interessati al sabotaggio dei sistemi computerizzati degli impianti nucleari iraniani.

Gli esperti della Symantec, specializzata in sistemi di sicurezza nel campo dell’informatica, hanno trovato nello Stuxnet un «marker code» con la data del 9 maggio 1979, il giorno in cui venne eseguita la condanna a morte del presidente della Società Ebraica di Tehran, Habib Elghanian, accusato di aver collaborato con i servizi segreti israeliani e statunitensi durante la dittatura dello Shah. (red) Nena News

Articoli correlati:

CYBERWAR AGAINST IRAN?
IRAN LAUNCHES FREE ENTERTAINMENT CHANNEL IN ARABIC
ARMENIANS TORN OVER EMIGRATION FROM IRAN
IRAN: HIGH PRICE OF FLOUTING MARRIAGE RULES
IMPROVVISO VERTICE MILITARE USA-ISRAELE SU IRAN

www.nena-news.com

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Iran. Il prossimo obiettivo della guerra imperialista?"»

Ultime notizie dell'autore «Nena News»

2851