il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Comunisti e organizzazione    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio compagne

Addio compagne

(23 Febbraio 2010) Enzo Apicella
Il logo della campagna di tesseramento del prc 2010 è una scarpa col tacco a spillo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Memoria e progetto)

SITI WEB
(Memoria e progetto)

Volti nuovi, accordo nuovo

(10 Ottobre 2003)

Da Arcipelago mi fanno sapere che molte e-mail chiedono perché io scriva sempre più di rado, nonostante di materiale per le mie cattiverie la situazione generale ne fornisca ad abundantiam.

E' presto detto: ne succedono talmente tali e tante che dovrei passare le mie giornate a sputare veleno nel computer e, sinceramente, nella vita ho ancora qualcosa di meglio da fare.

E poi, mettetevi nei miei panni: chi ci capisce più niente? I DS stanno per sciogliersi nuovamente, come è loro abitudine da quasi quindici anni: adesso vogliono fare il partito riformista, insieme alla Margherita e allo SDI, che poi sarebbero i sottoprodotti della vecchia DC e del vecchio PSI, più qualche campioncino del riciclaggio come Cicciobello Rutelli, ex di professione: ex radicale, ex verde, ex verde arcobaleno, ex democratico asinista, sempre a galla come so io cosa.
Rifondazione Comunista è sempre più in balia del suo funambolico Segretario, che prima ha mandato a gambe all'aria il governo di centrosinistra di Romano Prodi, poi ha stretto alleanze con il centrosinistra ovunque, poi ha detto che c'era il movimento che avrebbe cambiato tutto e quindi nel 2001 è andato alle elezioni da solo, poi ha fatto un congresso tutto a sinistra perché bisognava rompere la gabbia dell'Ulivo e il centrosinistra era bello che morto, poi si è alleato nuovamente ovunque con il centrosinistra, poi ha promosso un referendum sacrosanto boicottato da quasi tutto il centrosinistra e infine ha scoperto che il centrosinistra non era affatto morto, ma è vivo, è cambiato radicalmente grazie al movimento e quindi si può, anzi si deve fare un accordo di governo, anzi l'accordo lo ha già fatto e quel che resta del suo partito - dimezzato nei voti e negli iscritti - non deve fare altro che prenderne atto e pedalare di concerto con i nuovi esponenti del rinnovato centrosinistra: Rutelli, Veltroni, Fassino, D'Alema, Castagnetti, Dini, Amato, Boselli, Intini e Mastella.

Tutti volti nuovi, non compromessi con le nefandezze del vecchio centrosinistra, quello dei famigerati Rutelli, Veltroni, Fassino, D'Alema, Castagnetti, Dini, Amato, Boselli, Intini e Mastella. L'alleanza con quei volti nuovi, naturalmente, porterà ad un governo nuovo, del tutto diverso da quello vecchio di Romano Prodi: un nuovo governo presieduto da Romano Prodi.

Mi chiedete ancora perché non mi va di scrivere?

Cyrano

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Dove va Rifondazione Comunista?»

Ultime notizie dell'autore «Cyrano (Arcipelago)»

4699