il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

ITALIAni BRUCIAno

ITALIAni BRUCIAno

(21 Agosto 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lavoratori di troppo)

04.11.10 - 112 licenziamenti in Banca MB

(5 Novembre 2010)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.rete28aprile.it

Giovedì 04 Novembre 2010 14:45
112 lavoratori della banca MB sono in una situazione gravissima, una crisi irreversibile dell'azienda e si prevede direttamente la mobilità (lg. 223/91) per tutto il personale. (...) (scaricail volantino)

Questi lavoratori non hanno le caratteristiche per accedere al Fondo di solidarietà categoriale, sia nella sezione ordinaria e straordinaria, che in quella emergenziale.
Esprimiamo Solidarietà ai lavoratori e le lavoratrici di MB Banca (v. blog predisposto all'interno del comunicato).
Purtroppo stiamo assistendo al proliferare di crisi in piccole aziende bancarie che espongono centinaia di lavoratori a scenari di difficoltà. A nostro modo di vedere queste crisi devono trovare, quanto prima, soluzioni a carattere nazionale in difesa del posto di lavoro nell'intero settore del credito.
In finale ieri è stato firmato un accordo in Banca Intesa -la Fisac/Cgil non ha firmato l'accordo-per assorbire 140 lavoratori del gruppo Delta (aziende in crisi legate alle vicende di S. Marino) attraverso il fondo emergenziale.
Il documento firmato da tutte le altre sigle del settore prevede deroghe del Contratto nazionale (in continuità con l'accordo di febbario u.s.) anche per i lavoratori del Gruppo delta, che hanno sicuramente una professionalità acquisita da svariati anni.
L'azienda in un solo colpo mette in cassa risorse economiche rivenienti da agevolazioni fiscali pagate da tutti i lavoratori attraverso il fondo di solidarietà, si peggiorano le condizioni economiche (di oltre il 20%), si nega la contrattazione integrativa e si allunga l'orario di lavoro a 40 settimanale.
Bel colpo per l'azienda, molto male per i lavoratori colpiti dalla crisi, e molto male per la tenuta del Contratto Collettivo nazionale di lavoro

La segreteria Fisac/Cgil Iccrea Banca

5089