il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Un piromane si aggira per l'Europa

Un piromane si aggira per l'Europa

(7 Maggio 2010) Enzo Apicella
L'agenzia di rating Moody's, la stessa che consigliava di investire in Lehman Brothers, soffia sul fuoco della crisi europea e invita a disinvestire in Grecia, Portogallo e Italia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Anche i Cobas nello sciopero dei metalmeccanici il 7 novembre

(6 Novembre 2003)

Ben ricordiamo come certi processi che paghiamo sulla nostra pelle sono proliferati da un brodo di cultura che ha responsabilità e sigle ben note: la politica sindacale della "concertazione" che dagli Accordo di luglio '92 (taglio della scala mobile) e di luglio '93 (gabbia agli aumenti salariali, ridotti alla rincorsa in perdita dell'inflazione) stanno tuttora rovinando i lavoratori e le loro famiglie.

Cgil-Cisl-Uil, pur negli anni di governo "amico", hanno concertato (riforma pensionistica Dini; legge Treu; Patto di Natale) varchi prima impensabili per l'introduzione della flessibilità, la riduzione dei salari reali, le privatizzazioni dei beni e servizi primari, il business dei Fondi-pensione con lo scippo del nostro Tfr, fino all'ultimo frutto velenoso del Patto per l'Italia sottoscritto da Cisl e Uil: oggi il governo Berlusconi, con la Legge 30 sulla liberalizzazione selvaggia del mercato del lavoro e le altre Leggi Delega, vi si infila come un coltello nel burro.

L’accordo separato metalmeccanici firmato da Fim-Uilm ne porta il marchio: il Contratto nazionale, luogo per eccellenza del lavoro e del diritto collettivo, viene asservito alla giungla di lavori senza diritti della nuova legge 30; viene corrotto fino a far scomparire la dimensione contrattuale collettiva in una frantumazione di rapporti individuali e precari che lasciano il lavoratore in balia dell’azienda .

Contro questo i Cobas dei metalmeccanici scendono in sciopero nella giornata del 7 novembre, una giornata di riscatto, a cui i metalmeccanici aprono la strada. Per questo i Cobas saranno compagni di strada: ma non per tornare indietro. La legge 30 è figlia del pacchetto Treu: i Cobas sono contro l'una e contro l'altro.

Così come non avevamo dato credibilità e consenso alle "riforme" sulla previdenza operate dai precedenti governi con il plauso di Cgil-Cisl Uil: l'attacco sferrato da questo governo alle pensioni ha sfondato una porta aperta. Chiudiamola per sempre questa porta. Sbattiamola in faccia alle politiche della concertazione e di quel liberismo selvaggio che sono arrivate ora a raschiare il fondo del barile.

Cobas del lavoro privato
Confederazione Cobas

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Sciopero generale il 24 ottobre e il 7 novembre»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Cobas»

11796