il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Que viva Fidel

Que viva Fidel

(23 Ottobre 2012) Enzo Apicella
Fidel appare in pubblico per smentire la propaganda imperialista che lo dava per morto

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Dalla parte di Cuba)

Con Cuba e la sua Rivoluzione

Via da Pisa chi semina odio e disinformazione sul socialismo cubano

(2 Dicembre 2010)

venerdì 3 dicembre, alle ore 17 presidio di fronte alla Sapienza di Pisa, in Via Curtatone e Montanara.

La Rete dei Comunisti di Pisa aderisce e parteciperà al presidio indetto dall’Associazione Italia Cuba di Pisa per venerdì 3 dicembre di fronte alla Sapienza di Pisa Via Curtatone e Montanara, per contestare la vergognosa iniziativa anti – cubana promossa da giornalisti ed esponenti della destra italiana, intenzionati ad alimentare la campagna di disinformazione e distorsione della realtà cubana portata avanti dal Dipartimento di Stato degli USA.
Dal 1961 - anno della “baia dei porci”, tentativo di invasione di Cuba da parte di migliaia di mercenari addestrati dalla CIA - ad oggi il popolo cubano ha pagato con il sangue e tantissime sofferenze il blocco economico imposto all’isola dalla più potente nazione del mondo, gli Stati Uniti d'America.

A distanza di 50 anni dall’inizio di questa politica criminale, che continua anche sotto l’amministrazione del “democratico” Obama, Cuba non si è piegata al volere del potente vicino ed il suo sistema politico/sociale non è crollato, dimostrando che è possibile sostenere il confronto con il gigante statunitense.
Il socialismo cubano garantisce alla propria popolazione salute ed istruzione gratuite, lavoro e garanzie sociali per tutti, diritti inesistenti in gran parte dell’America latina e sempre più negati anche nei paesi del cosiddetto “occidente sviluppato”, in preda ad una crisi del capitalismo senza precedenti.
L’esempio cubano è contagioso, e si sta espandendo in tutta l’America Latina. I nuovi governi insediatisi in Venezuela, Bolivia, Ecuador stanno seguendo strade simili per riscattare i propri popoli dalla miseria e dalla sudditanza.
Un contagio pericoloso, che gli USA intendono eliminare con tutti i mezzi, dal terrorismo diretto sino alla recente invenzione di “blogger” prezzolati alla Yoani Sanchez, divenuta famosa per l’incredibile ospitalità su riviste, rotocalchi e quotidiani italiani, a conferma del servilismo che da sempre contraddistingue i mass media del nostro paese verso il padrone statunitense .
Diciamo NO a questa vergognosa campagna anti cubana a Pisa, invitando tutti coloro che amano Cuba e la sua Rivoluzione a partecipare al presidio indetto dalla Associazione Italia Cuba per venerdì 3 dicembre, alle ore 17 di fronte alla Sapienza di Pisa, in Via Curtatone e Montanara.

La Rete di Comunisti – Pisa

3728