il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Ventiquattro ore senza di noi

Ventiquattro ore senza di noi

(1 Marzo 2010) Enzo Apicella
Sciopero generale dei lavoratori migranti

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(L'unico straniero è il capitalismo)

Sullo sgombero di Casier di Treviso

(19 Novembre 2003)

Ieri mattina all’alba un plotone di quasi duecento carabinieri ha sgomberato manu militari l’ex-seminario dei frati sacramentini a Casier di Treviso, occupato dal giugno 2002 da un centinaio di immigrati (principalmente algerini e del Burkina Faso). Con la consueta fedeltà nei secoli alle maniere educate, l’Arma dei carabinieri ha proceduto alla distruzione dei pochi oggetti di valore rinvenuti (stereo, televisori e antenne paraboliche), alla sottrazione di denaro (leggasi rapina a mano armata) il tutto condito da comportamenti razzisti. Strabiliante che alcuni appartenenti a questa divisa - consumata nel portare guerra, distruzione, morte e terrore anche in paesi lontani dall’Italia (e per il cui comportamento nei giorni scorsi hanno ricevuto la legittima sanzione) – abbiano pronunciato nei confronti degli immigrati frasi del tipo “tornatene nel tuo paese”… Per la cronaca, dal momento che all’operazione hanno partecipato unità cinofile, non sono state rinvenute sostanze stupefacenti, tantomeno cocaina, di cui i carabinieri vanno ghiotti.

In serata politici di vario tipo si sono esibiti, non richiesti, in farsesche sfilate tra gli immigrati assiepati davanti ai cancelli, mentre attendevano di recuperare le loro poche cose, per esibire la loro bella faccia di sinistra. Nessuno di loro, ovviamente, è andato oltre alle parole di cordoglio prima di andarsene a gozzovigliare in qualche trattoria locale. Nonostante il freddo e l’umidità, la notte è stata trascorsa davanti ai cancelli dell’edificio sgomberato presidiato da numerosi blindati dei carabinieri per impedire la rioccupazione. Quattro persone sono state ricoverate in ospedale, tre per assideramento e un quarto perché malato ai reni.

Oggi si terrà un concentramento alle ore 16,30 a Casier in via Corte d’Assise davanti all’ex-seminario sgomberato per decidere il da farsi e per dare una risposta a chi pensa di risolvere il problema della casa per gli immigrati (e anche per gli italiani) con gli sgomberi e la repressione. Si valuterà anche l’opportunità di partecipare alla manifestazione di sabato a Treviso indetta dagli immigrati sgomberati ieri, in contemporanea, all’ex-ospedale psichiatrico S. Artemio di Treviso.

L’Assemblea degli Immigrati Seccati

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «L'unico straniero è il capitalismo»

Ultime notizie dell'autore «Immigrati seccati Treviso»

6446