il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Iraq occupato

Iraq occupato

(30 Marzo 2008) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Iraq occupato)

Fuori tutti dall’Iraq

Senza resistenza non ci sarà pace!

(20 Novembre 2003)

Il pesante attacco portato dalla resistenza irachena contro il contingente d’occupazione italiano è l’inevitabile conseguenza del delirio e dell’arroganza guerrafondaia di Bush e alleati in Medio Oriente.

In Iraq hanno seminato morte, distruzione, miseria, radioattività e malattie in nome della “democrazia” e della “libertà”, violando leggi e trattati internazionali, con o senza l’infame copertura dell’ONU.

Il cialtronesco governo Berlusconi e i suoi omologhi del centro-sinistra si sono accordati e accodati in questa ennesima guerra dell’impero a stelle e strisce, così come fecero con la Somalia ( dove i nostri eroi in divisa massacrarono e torturarono la popolazione civile), per la Jugoslavia (dove i nostri eroici piloti sganciarono centinaia di bombe), e per l’Afghanistan. Hanno inviato le truppe ad aiutare i macellai americani nel “lavoro” di controllo e repressione di chi si oppone all’occupazione.

Lo hanno fatto con la speranza che bastasse un pò di caramelle ai bambini iracheni e qualche tangente ad alcuni religiosi e capi-tribù per uscire indenni da vere e proprie operazioni repressive con arresti e rastrellamenti nei confronti della popolazione e della sinistra irachena . Altro che missione di pace!

Berlusconi, Fini, Rutelli e Fassino sono, a nostro parere, i responsabili di queste morti. Sono morti per gli interessi della borghesia imperialista e dei petrolieri. E’ rivoltante come tutta la propaganda televisiva e della carta stampata stia strumentalizzando questa vicenda con una retorica militarista e patriottarda molto simile a quella del ventennio fascista.

Ma i governi delle truppe che occupano l’Iraq devono fare i conti con la RESISTENZA DEL POPOLO IRACHENO. Resistenza che non è “terrorismo internazionale” e che agisce, invece, con la stessa legittimità con cui agivano i partigiani italiani contro gli occupanti nazisti e i loro alleati fascisti.

La resistenza irachena, lo dicono i rapporti della CIA e le inchieste della CNN, gode dell’appoggio e della simpatia della maggioranza degli iracheni. I combattenti sono contadini, operai, pescatori, mussulmani , laici, socialisti o comunisti ecc.. Non c’è nessun “complotto internazionale” ma solo odio e disprezzo per chi ha bombardato e occupato la propria terra.

In tanti abbiamo marciato in tutto il mondo per fermare la guerra: non ci siamo riusciti e non abbiamo salvato un solo bambino iracheno dalle bombe e dai missili della “civiltà occidentale”. Cosa possiamo fare ora ? Dobbiamo schierarci fattivamente con la straordinaria resistenza di questo popolo . Se la resistenza irachena riuscirà a cacciare USA e alleati ( ed è probabile che ci riuscirà), le prospettive di pace aumenteranno e non solo in medio Oriente. I progetti di nuove aggressioni degli imperialisti contro Siria, Iran, Corea, Venezuela, Cuba….. subiranno un forzato arresto.Le contraddizioni e le lacerazioni politiche ed economiche che si apriranno negli Stati Uniti e in tutto l’Occidente ostacoleranno Bush e tutta l’accolita di pazzi che lo circonda.

La resistenza del popolo iracheno è la nostra resistenza e per questo dobbiamo sostenerla ritornando a manifestare e a bloccare le basi di appoggio che i nostri politicanti hanno messo a disposizione per queste avventure neo-coloniali nel nostro paese , ormai ridotto alla più grande portaerei USA del mondo.

E’ la resistenza a chi in Europa e negli Stati U. ci toglie le pensioni, i servizi sociali, ci taglia i salari per arricchire il grande capitale e aumentare le spese militari.

Associazione “Pellerossa” Cesena

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Iraq occupato»

Ultime notizie dell'autore «Associazione Pellerossa - Cesena»

5765