il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Pro mutuo mori

Pro mutuo mori

(19 Settembre 2009) Enzo Apicella
In un attentato a Kabul, sono colpiti due blindati italiani, uccidendo 6 parà della Folgore

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' uscito il n. 94 di Alternativa di Classe
    (20 Ottobre 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...)

    Iraq: cessate il fuoco

    iniziativa a verona

    (8 Dicembre 2003)

    In Iraq si susseguono drammatici eventi: a ogni bomba segue un’autobomba, a ogni morto una vendetta che genera altri morti e altre vendette!
    Nomi diversi – guerra, terrorismo, violenza – si traducono poi, tutti, in corpi umani fatti a pezzi e in pezzi di umanità perduti per sempre.
    Si calcola che dall’inizio della guerra siano morti circa 8.000 civili irakeni, oltre ai soldati americani, inglesi, spagnoli, italiani, polacchi, danesi….

    Solo il ritiro degli eserciti può condurre all’autodeterminazione del popolo irakeno e alla pace

    DOMENICA 14 DICEMBRE 2003
    dalle 15.00 alle 19.00 a PORTA LEONI
    documenti, foto, diapositive e filmati
    sulla reale situazione dell’Iraq


    “Prima che la guerra cominciasse, poi a guerra iniziata, abbiamo riempito il paese di BANDIERE DI PACE. Molte sono rimaste. Chi le ha lasciate aveva ragione. Le lasci, anche se i loro colori si sono stemperati. Chi le ha ritirate le riesponga. Chi non le aveva ancora messe le tiri fuori. E' un messaggio visivo potente, razionale, solidale, democratico. Moltiplichiamolo, nell'interesse della ragione e della pace.”
    (Stralcio da: il manifesto del 15 novembre 2003)

    Il Coordinamento Veronese contro la guerra

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Go home! Via dell'Iraq, dall'Afghanistan, dal Libano...»

    Ultime notizie dell'autore «Coordinamento veronese contro la guerra»

    6586