il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

Acqua

Acqua

(18 Novembre 2009) Enzo Apicella
Il senato approva la privatizzazione dell'acqua.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Acqua: un problema che dura da 5 mesi a Vibo Valentia

(9 Gennaio 2011)

“A Vibo Valentia esiste ormai da più di 4 mesi un serio problema di potabilità dell’acqua e questo che riportiamo di seguito è il nostro ennesimo intervento. Ormai abbiamo perso il conto di tutte le ordinanze di non potabilità che si sono susseguite da agosto in poi.”

Nuovo anno e vecchie storie in un comune dimenticato dal mondo intero, abbandonato nelle mani di una classe dirigente incapace troppo impegnata ad elargire assessorati a questo o all’altro figlio dei vari potenti della destra vibonese.
E allora succede che, mentre questa giunta incompetente ed inoperosa è impegnata in discussioni di alto spessore politico, come quella dell’undicesimo assessore, mentre si finanzia la pista di pattinaggio cercando di offuscare la vista dei nostri concittadini, una città intera si ritrova con il proprio bidoncino in mano per recarsi in piazza municipio ad accaparrarsi qualche litro d’acqua della quale, tra l’altro, se ne dubita la potabilità e non se conosce la provenienza.
Il tutto in pieno stile terzomondista…
Mesi e mesi di emergenza idrica che hanno evidenziato la totale incapacità di questa amministrazione nella gestione dell’emergenza stessa.
Non bastano due autobotti e il continuo rimbalzo delle responsabilità tra comune e sorical per risolvere questo vergognoso, nonché costoso, problema.
Sentiamo, inoltre, di dover denunciare la “latitanza” dell’assessorato alle politiche sociali che ha totalmente ignorato l’impossibilità delle fasce più deboli, a esempio anziani o invalidi che, ovviamente, non sono in condizioni di recarsi quotidianamente ad elemosinare qualche litro d’acqua. Senza tener conto che le famiglie che vivono in condizione di disagio economico devono far fronte ad ulteriori spese per sopperire al bisogno di un bene primario e indispensabile alla vita qual’è l’acqua.
Non osiamo immaginare se tutto questo fosse successo al povero, seppur mediocre, Franco Sammarco.
Non bisogna lasciarsi andare alla continua ricerca della titolarità, chi ha denunciato prima il problema e chi dopo poco importa, bisogna pensare e intendere il tutto come una drammatica questione che affligge la comunità tutta, indifferentemente dalle appartenenze partitiche.
Intendiamo quindi utilizzare le righe di questo giornale per appellarci alla sensibilità della comunità tutta, verso una presa di posizione dura e convinta dedita a salvaguardare e proteggere i diritti basilari.
Nei prossimi giorni si proporrà la messa in atto di una “class action”, sottoscritta dai cittadini, dove si chiameranno in causa comune e Sorical con la conseguenziale richiesta di risarcimento danni, nonché la sospensione del pagamento dei tributi comunali sull’acqua.
Ma quello che chiediamo fin da subito al sindaco è di organizzare immediatamente un consiglio comunale aperto a tutta la popolazione in modo da permettere ai cittadini di intervenire in prima persona per ottenere quei chiarimenti richiesti da lungo tempo.
Qualsiasi sindaco, di una città normale in una nazione normale, si sarebbe già dimesso, ma visto che il suo partito di appartenenza insegna che si può fare di tutto senza essere tenuti a rispettare quell’etica morale e politica che rileggiamo, ormai, solamente in qualche scritto del caro Berlinguer, non speriamo nella sua rinuncia all’incarico. Ma a questo punto tra di noi aleggia anche il dubbio che il caro e confusionario Nicola D’Agostino forse abbia perduto la sua lettera di dimissioni tra le tante ordinanze emanate e ritirate da agosto ad oggi!

qui potrete trovare uno degli articoli precedenti sempre sullo stesso tema
http://pdcivibovalentia.blogspot.com/2010/09/acqua-azzurra-acqua-chiara-macche.html

Partito dei Comunisti Italiani – Vibo Valentia
Federazione Giovanile Comunisti Italiani – Vibo valentia

5889