il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Fiat voluntas Usa

Fiat voluntas Usa

(24 Settembre 2012) Enzo Apicella
Nel suo discorso all'Unione Industriale di Torino Marchionne addossa le colpe della crisi Fiat all'Italia che non si libera dalle zavorre.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Compagne e compagni della FP CGIL contro la concertazione

Per una vera piattaforma sindacale e per dall'allargamento dei diritti nel mondo del lavoro

(8 Maggio 2002)

Vogliamo esprimere, come compagne e compagni della FP CGIL, una forte critica sul "ripristino della politica della concertazione come obiettivo strategico", enunciato nel volantone CGIL CISL UIL per lo sciopero generale del 16 aprile.

Il nostro vuole essere un appello rivolto a tutte le iscritte ed iscritti alla CGIL ad impegnarsi per la definizione di un nuovo sitema di relazioni industriali affinché la stagione della concertazione, con il suo bilancio a nostro avviso fallimentare, non sia la risposta "strategica" all'offerta del governo Berlusconi di superamento della stessa con il dialogo sociale: sarebbe una risposta inefficace e quindi perdente per contrastare l'attacco ai diritti del mondo del lavoro ed al definitivo smantellamento dello stato sociale.

Il superamento in atto da destra della concertazione non può vederci chiedere di tornare alla stessa ed accettarla magari come male minore.
La concertazione si è dimostrata uno strumento non all'altezza di contrastare efficaciemente l'attacco del governo e della Confindustria ai salari ed ai diritti dei lavoratori.
Anzi, proprio il risultato negativo della stagione concertativa ha portato ad una perdita costante del potere d'acquisto dei salari, ad una divisione del mondo del lavoro con la stipula di troppi contratti atipici e con l'accettazione di troppa flessibilità in ingresso ed ha fortemente indebolito le lavoratrici ed i lavoratori creando le premesse per l'attacco in atto contro il mondo del lavoro.

La CGIL deve costruire insieme agli uomini ed alle donne che vuole rappresentare una piattaforma strategica di difesa e di allargamento dei diritti del mondo del lavoro.
Chiediamo alla CGIL di assumere una posizione offensiva e non puramente difensiva, di costruire una piattaforma di lotta sociale e di rilanciare una nuova stagione contrattuale che affronti la questione salariale e che veda coinvolto l'intero mondo del lavoro.
Per iniziare, chiediamo alla CGIL di impegnarsi direttamente per ottenere l'estensione a tutti i lavoratori dell'art.18 dello Statuto dei Lavoratori, poiché il diritto di nessun lavoratore deve essere monetizzato.

Fabio ANDRENACCI CD FP CGIL Ancona
Carlo BARTOLONI RSU Giudice di Pace Firenze
Manuela BENEVENTO CD FP CGIL Lazio
Luciano BOLDORINI CD FP CGIL Lazio
Lilia CHINI CD FP CGIL Lazio
Marzia GHEZZI RSU Motorizzazione Firenze
Roberto GIORDANO Coord.re Naz.le FP CGIL Mro Lavoro
Giovanna LO ZOPONE CD FP CGIL Lucca
Stefano NASSI CD FP CGIL Firenze
Ferruccio NOBILI CD FP CGIL Nazionale
Piero PINNELLI CD FP CGIL Roma Sud
Deborah POMPILI Presidente CD FP CGIL Firenze
Massimo VECCHIONE CD FP CGIL Piemonte

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Servi dei padroni»

5126