il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

... e nemmeno Suleiman

... e nemmeno Suleiman

(11 Febbraio 2011) Enzp Apicella
Mubarak lascia il potere al vice presidente Omar Suleiman. La piazza contesta lanciando le scarpe in segno di protesta.

Tutte le vignette di Enzp Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Autoferrotranvieri: sciopero il 9 gennaio

(30 Dicembre 2003)

Tutt'altro che chiusa, la vertenza nazionale degli autoferrotranvieri. La firma dell'accordo (81 euro mensili, invece dei 106 dovuti a titolo di recupero dell'inflazione, e 970 di una tantum in luogo dei 2.500 circa accumulati nella «vacanza contrattuale durata tutto il 2002 e il 2003) è stata contestata da fermate spontanee in tutte le città d'Italia.
E solo una raffica di precettazioni ha costretto - e non sempre immediatamente - i lavoratori a riprendere l'attività.

L'accordo va approvato dai diretti interessati, ovvero i 120.000 dipendenti delle aziende di trasporto pubblico locale. Per la Filt Cgil l'unico modo di verificare il consenso su quella firma resta il referendum tra tutti i dipendenti del settore, anche se questa organizzazione difende l'accordo, definito il "punto di equilibrio tra diverse situazioni aziendali". Una serie di assemblee sui luoghi di lavoro dovrebbero spiegare le ragioni che hanno spinto i sindacati a siglare un'intesa che si sapeva per nulla condivisa; e infine il referendum. Il tutto entro il 31 gennaio, data di scadenza della "riserva" apposta sotto la firma.

La Cub (Confederazione dei sindacati di base) ha proclamare uno sciopero nazionale per il 9 gennaio. Nel confermare l'iniziativa, però, il coordinatore della Cub-trasporti, Giampietro Antonini, ha annunciato la prossima entrata in campo di nuove forme di protesta, come "l'applicazione alla lettera di tutte le norme del codice della strada e della normativa sui mezzi". Visto lo stato spesso fatiscente del parco autobus di proprietà delle aziende, un mossa del genere - inappuntabile sotto il profilo disciplinare e inattaccabile su quello legale - può bloccare l'operatività del servizio quasi quanto uno sciopero vero e proprio. Anche il rispetto integrale delle norme del codice della strada, teoricamente meno drastica, può comportare notevolissimi rallentamento nella circolazione, specie nelle città più grandi.

Centro di documentazione e lotta

3753