il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Honduras

Honduras

(25 Luglio 2009) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Gli USA avvieranno in Honduras un progetto simile al Plan Colombia

(14 Febbraio 2011)

Stando a dichiarazioni delle autorità, il sottosegretario di Stato USA per l’Antidroga, William Brownfield, visiterà oggi e domani l’Honduras, per avviare un progetto simile al già discusso Plan Colombia.

“La visita porterà annunci molto importanti. Ciò che vogliamo, è avere nel nostro paese un Plan Centroamerica, come c'è stato un Plan Colombia o un Plan Merida”, ha dichiarato alla stampa il segretario per la Sicurezza Óscar Álvarez.

Concepito nel 1999 e presentato come un'iniziativa di lotta contro il narcotraffico, il Plan Colombia è uno degli strumenti con cui Washington ha aumentato la sua ingerenza e presenza militare nella regione.

“Vogliamo per l’Honduras un Plan Centroamerica, che aiuti tutti quelli dell'istmo ad affrontare il flagello del narcotraffico, i cui tentacoli sono potentissimi” ha detto Álvarez.

E’ prevista una riunione tra il titolare della Segreteria di Sicurezza e Brownfield, che insieme sovrintenderanno ad un’esercitazione della Polizia di Frontiera, sotto la guida degli Stati Uniti.

Successivamente il sottosegretario di Stato avrà un colloquio col presidente Porfirio Lobo, ed i due paesi firmeranno un accordo sull’amministrazione delle prigioni e la sicurezza dei confini, così ha comunicato l'ambasciata nordamericana a Tegucigalpa.

Brownfield è stato preceduto dal comandante dell’Aviazione del Comando Sud degli Stati Uniti, Glenn Spears, che martedì si è qui riunito col ministro della Difesa, Marlon Pascua.

La visita del cosiddetto zar antidroga fa parte di un giro, che ha già coinvolto Guatemala ed El Salvador e terminerà in Colombia.

Washington addossa la responsabilità del narcotraffico ai paesi latinoamericani, nonostante gli Stati Uniti rappresentino il maggiore consumatore di droghe al mondo, nonostante il loro commercio illecito porti ogni anno al paese profitti per miliardi di dollari.

Tegucigalpa, 9 febbraio 2011

http://www.prensa-latina.cu/index.php?option=com_content&task=view&id=262658&Itemid=1

Tradotto da Adelina Bottero

PRENSA LATINA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Honduras resiste!»

4290