il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Mezzogiorno di fuoco

Mezzogiorno di fuoco

(2 Marzo 2011) Enzo Apicella
Gli USA preparano l'invasione della Libia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Salari da fame nella Pubblica Amministrazione

(11 Marzo 2011)

Le retribuzioni nel settore pubblico crescono dell'1,3% contro l'1,5% segnato dall'indice dei prezzi al consumo. Per il Ministro Brunetta: "Il potere d'acquisto è stato difeso nonostante la crisi" ma a smentirlo sono proprio i dati forniti dal rapporto semestrale dell'Aran, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle Pa.

Stando all'Aran, che certo non è dalla parte dei lavoratori e delle lavoratrici, nel 2010 le retribuzioni nel pubblico impiego sono cresciute meno del settore privato, dove nel 2009 l'incremento è del 2,4%. Nei prossimi 3 anni, i salari saranno fermi per il blocco della contrattazione nazionale e decentrata, tra 3 anni i salari pubblici saranno alla soglia della povertà, eccezion fatta per le retribuzioni dirigenziali(escluse dalla statistica) che invece aumentano senza controllo al pari degli stipendi dei managers, degli amministratori delegati di aziende pubbliche e private

A dare il colpo di grazia ai salari pubblici poi ci penserà la Riforma Brunetta con le 3 fasce che taglieranno quote di ulteriore salario a migliaia di dipendenti pubblici. Nel frattempo , la Cgil ha sottoscritto ben 55 contratti nazionali con qeui nuovi modelli contrattuali che a a parole dice di avversare e contro i quali propone solo sciopericchi e non un vero sciopero generale e vertenze nei singoli comparti. Una opposizione, quella della Cgil, più attenta a salvaguardare l'alleanza con Cisl e Uil che l'opposizione al Governo e a Confindustria, da qui nasce la debolezza dei lavoratori e delle lavoratrici Nel frattempo, cresce l'emergenza salariale, nel pubblico impiego occultata dalla campagna contro i "fannulloni"(lo dice uno come Brunetta che riscuote un lauto stipendio da parlamentare anche se in parlamento lo vedono di rado) nascosta dal Governo e dai suoi sindacati compiacenti, Cisl uil e Ugl, che continuano ad accordare favori e firme che peggiorano le nostre condizioni di vita e di lavoro

Cobas Pubblico Impiego Pisa

5785