il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Stato e istituzioni    (Visualizza la Mappa del sito )

Il martello di carta

Il martello di carta

(31 Maggio 2011) Enzo Apicella
Ballottaggi di Milano e Napoli: Pisapia vince con il 55% , De Magistris con il 65%

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Stato e istituzioni)

Grosseto: comunisti... quale futuro??????

(14 Marzo 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

Grosseto: comunisti... quale futuro??????

foto: www.comunistiuniti.it

La fase elettorale è entrata nel vivo, il centrodestra già da mesi si sta muovendo con incontri, dibattiti e soprattutto un candidato Sindaco: Lolini, sostenuto da una coalizione chiara. Invece nel cosiddetto centrosinistra le cose, dopo mesi di incontri, non stanno andando nella direzione sperata. Anzi si propone la ricandidatura di Bonifazi dopo 5 anni di amministrazione poco esaltanti, 5 anni deludenti. Le aspettative erano molte dopo 10 anni di amministrazione di centrodestra, invece, si è avuta una politica amministrativa miope, che ha saputo e voluto tradurre in realtà il programma elettorale del 2006. Un programma che aveva delle linee guida molto avanzate ed interessanti, come ad esempio sulla raccolta differenziata e sulla realizzazione della filiera per il recupero delle materie. Basti pensare che nel 2006 era stato messo nero su bianco che alla fine dei 5 anni di mandato la raccolta differenziata avrebbe raggiunto il 70 %, invece, sappiamo che per responsabilità chiare, i cittadini di Grosseto oltre a pagare una tassa sui rifiuti altissima, hanno dovuto sostenere anche una ulteriore addizionale applicata dalla Regione Toscana come sanzione, del 20% in più, perché il Comune di Grosseto non ha raggiunto nemmeno il traguardo minimo del 45 % di raccolta. Così come, sempre scritto e previsto nel programma 2006, la creazione di corsie preferenziali per gli autobus cittadini, l’uso di benzine alternative, anche in questo settore nulla. Da un governo di centrosinistra ci saremmo aspettati di eliminare tutti i consigli di amministrazione di società grandi e piccole che fanno capo al comune, invece sono aumentate come ad esempio la semiprivatizzazione dei servizi educativi Iside e la fondazione. Nel caso di Iside, si è di fronte ad una vera e propria anomalia in quanto vengono affidati servizi di primaria importanza come l’istruzione alle gestione delle cooperative, quindi abbiamo come risultato la privatizzazione dell’insegnamento… poi è inutile andare alle manifestazioni contro la Gelmini, se non si è in grado di garantire la scuola pubblica almeno dove governiamo. Sempre su Iside, sappiamo che ci sono trattamenti economici differenti, infatti, all’interno delle stesse cooperative un conto è essere soci in percentuali uguali, altro, è essere dipendenti della stessa cooperativa.
Sempre in tema di diritti dei lavoratori, è impossibile dimenticare che l’attuale Sindaco ha ben 2 condanne per comportamento antisindacale e, in più, il Sindaco Bonifazi, in questi ultimi mesi ci ha graziati di tutta una serie di uscite pubbliche davvero uniche. La richiesta di far svolgere dei questionari ai candidati consiglieri ( qualche anno fa lo propose anche Berlusconi), la dichiarazione di aver subito durante il suo mandato, ricatti dai consiglieri della maggioranza ed anche qui sarebbe opportuno aprire una riflessione e capire chi si è avvantaggiato di tale comportamento e se sono stati influenzati atti amministrativi … la procura di Grosseto magari su questo potrebbe indagare. Infine, la cacciata dei Comunisti Italiani dalla maggioranza nel totale silenzio degli alleati e di chi avrebbe dovuto contrastare questa scelta. Le cose sono andate in altro modo e arriviamo ad oggi, dove il candidato Bonifazi è senza una alleanza chiara e ben delineata, preferisce allearsi con i centristi dell’Udc di Bellettini anziché andare avanti con le forze politiche che nel 2006 vinsero le elezioni e con le quali ha governato per 5 anni. Nel mentre anche a Grosseto è nata la Federazione della Sinistra che sta valutando ogni possibile scenario ed è chiaro che non potrà accettare alleanze con l’Udc di Bellettini che solo 5 anni fa era lo sfidante del centrosinistra come Sindaco del centrodestra. E’ fondamentale che i comunisti smettano di seguire alleanze e programmi che snaturano il loro ruolo e ricostruiscano una politica seria e coerente per poter essere veramente i rappresentati dei lavoratori, di tutti coloro che hanno bisogno di una società nuova e migliore.
Comunisti uniti
F.to I.Germinario

Comunisti Uniti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Elezioni amministrative 2011»

Ultime notizie dell'autore «Comunisti Uniti»

6391