il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Scuola

Scuola

(13 Settembre 2010) Enzo Apicella
La scuola dopo la controriforma Gelmini

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Rifiuto dell’intesa per il 1° CCNL comparto agenzie fiscali

Verbale d’assemblea unitaria del personale dell’agenzia delle entrate ufficio di Busto Arsizio

(3 Febbraio 2004)

Il personale dell’Ufficio di Busto Arsizio si è riunito, in data 27 gennaio 2004, per discutere dell’intesa sulla sottoscrizione del 1° CCNL del Comparto Agenzie Fiscali, raggiunta nelle prime ore del 24 gennaio ’04.

Si è analizzato il contratto e si è ritenuto lo stesso un semplice rinnovo economico del contratto ministeriale già applicato e scaduto poiché, a fronte di un aumento per tutto il settore pubblico di circa 106 Euro a titolo di recupero del potere di acquisto, al comparto delle Agenzie fiscali è stato proposto un aumento complessivo contrattuale di circa 118 Euro con modifiche anche della parte normativa.

Si propone pertanto in via provocatoria alle parti firmatarie dell’accordo Aran / Agenzia - OO. SS. la seguente controproposta:

- Rinunciare alla parte eccedente i 106 Euro ( circa 12 Euro ) di incremento contrattuale, chiedendo di conservare la parte normativa del precedente contratto (ministeriale); ciò comporterebbe, tra l’altro, la “rinuncia” ad essere sottoposti a valutazione da parte dei dirigenti, alla certificazione Iso degli uffici, alla formazione gratuita del personale tirocinante e del personale a tempo determinato, assunto con contratti di formazione – lavoro, a svolgere mansioni di livello superiore a costo zero,ecc….

- Si richiede che gli eventuali incrementi di produttività futuri siano questa volta esclusivamente a vantaggio del personale dipendente livellato che non ha ancora beneficiato di alcun sostanziale vantaggio economico dalla nascita delle Agenzie.

- A supporto di tale richiesta gli iscritti ai sindacati firmatari dell’ipotesi di accordo riconsegnano le tessere sottoscritte non ritenendosi rappresentati dalle proprie sigle sindacali.

- Attendendo la proclamazione di un referendum da parte delle OO.SS. per l’approvazione o il rifiuto dell’intesa contrattuale, nonché una risposta dell’Agenzia che motivasse alla Corte dei Conti l’eventuale rinuncia ad un contratto meno oneroso per l’Erario, si invitano i colleghi dell’Agenzia che condividessero questa o altre iniziative a farsene promotori e divulgatori.

L’assemblea ha pertanto deciso di riconfermare lo stato di agitazione mantenendo inalterati i provvedimenti già deliberati ed adottati in precedenza.

Pertanto l’assemblea dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate di Busto Arsizio delibera a maggioranza qualficata ( oltre il 90 % ) il mantenimento dello stato di agitazione nelle forme e nei modi stabiliti nei precedenti verbali assembleari, finchè non verrà rivisto il contratto di comparto, non verrà definito il contratto integrativo e non verrà firmato il nuovo contratto economico per il biennio 2004/2005.

Busto Arsizio, 27/01/2004

I lavoratori di Busto Arsizio
I delegati R.S.U.
I colleghi con tessera sindacale da restituire
I colleghi non tesserati

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Contratto Agenzie Fiscali»

2793