il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Omsa

Omsa

(28 Luglio 2010) Enzo Apicella
Anche la Omsa di Faenza vuole delocalizzare in Serbia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Massalengo, il polo logistico firma l’accordo col Si Cobas

(23 Aprile 2011)

Il Cittadino - Quotidiano del Lodigiano - 22/04/2011

Massalengo
Un’indennità aggiuntiva per il lavoro svolto presso la sede Af Logistics di cascina Postino di Massalengo - Villanova, permessi sindacali per i rappresentanti dei lavoratori, nuove buste paga “trasparenti” con il conteggio esatto delle ore determinato in base alla timbratura del cartellino. Questi i contenuti dell’accordo siglato nei giorni scorsi a Milano tra il sindacato autonomo Si Cobas, i rappresentanti sindacali aziendali delle cooperative Freccia e A.T. e il Consorzio AF, sulla scia delle rivendicazioni che anche i soci lavoratori delle cooperative, che costituiscono la quasi totalità della manodopera nei poli logistici, stanno avanzando sempre più spesso nei “poli” lodigiani. Da Brembio, dove alla fine del 2009 un accordo si era raggiunto solo dopo momenti di tensione, a Cerro al Lambro, dove invece si sono aperte controversie innanzi al tribunale del lavoro, fino a cascina Postino, più di un sindacalista aveva rilevato ampi margini per migliorare la tutela del lavoro. «Nel settore della logistica abbiamo più volte denunciato situazioni a nostro parere inaccettabili», il commento di Fulvio Di Giorgio, segretario del Si Cobas.«Nel polo di Massalengo - Villanova si è arrivati a stabilire un sistema di relazioni tra i soci lavoratori, le loro rappresentanze e il sindacato, anche come interlocutori sull’organizzazione del lavoro e il ricorso agli straordinari - spiega Di Giorgio -. L’accordo prevede in primis la verifica e la conformità delle buste paga ai sensi di legge e del contratto collettivo nazionale, che saranno verificate dalla cooperativa, attraverso un sistema di rilevazione, con un cedolino unito alla busta paga».L’accordo prevede tra l’altro che le dotazioni antinfortunistiche (come tuta da lavoro, scarpe) non vengano fatte pagare ai lavoratori e che vengano potenziati i momenti di formazione sulla salute e la sicurezza. Sul fronte dei permessi sindacali, l'accordo individua i nominativi dei componenti delle rappresentanze aziendali e autorizza fino a un massimo di 24 ore mensili comprensive per incontri, trattative e anche per la partecipazione a convegni e congressi. È previsto anche un ulteriore incontro a metà maggio per confermare un’indennità giornaliera di 5,29 euro, a favore di tutti i circa 450 addetti, tra operai e autisti, che operano presso l'Af di cascina Postino.
Car. Cat

S.I. Cobas - Coordinamento provinciale di Cremona

5116