il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

F 35

F 35

(28 Dicembre 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Call center e lotta di classe)

Telecom Trieste: insabbiati gli esposti

Congelato l'art. 4 della legge 300

(23 Febbraio 2004)

Nei mesi scorsi eravamo venuti a conoscenza che la nuova piattaforma informatica dei call center denominata CRM SIEBEL, dava la possibilità all'azienda di avere un controllo immediato sull'operatività del singolo lavoratore, contravvenendo a quanto previsto dall'articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori (la legge 300).

Noi ci siamo attivati con tempestività, presentando prima come SNATER e successivamente anche unitariamente come RSU, degli esposti all'Ispettorato del Lavoro, con lo scopo di vietare all'azienda ogni possibilità di controllo individuale dei lavoratori del 187 e 191.

Da subito l'Ispettorato del Lavoro si era preso a cuore la questione, impegnandosi, dopo le dovute valutazioni ed ispezioni, a trarre le dovute conclusioni.
Alla nostra iniziativa ne sono seguite altre analoghe e SNATER, in diverse altre regioni, ha presentato altrettanti esposti ai rispettivi Ispettorati.
La Telecom, nel frattempo, non è certamente rimasta a guardare: ha ridato ossigeno ad una fantomatica commissione paritetica composta da eminenti funzionari sindacali e, lo scorso 9 dicembre, ha convocato le fide segreterie nazionali SLC-FISTEL-UILCOM ed un sedicente coordinamento nazionale RSU, ottenendo la firma su un accordo che legalizza il CRM SIEBEL e legittima le stesse cose che noi avevamo denunciato negli esposti. Dopodiché non è tardata la nota dell'Ispettorato del Lavoro, con la quale ci è stato comunicato che, a seguito dell'accordo del 9/12/2003, erano "venuti meno i presupposti giuridici per proseguire l'intervento ispettivo". Il che significa TUTTO INSABBIATO!

Ritenevamo che legittimare l'illegalità fosse una prerogativa esclusiva dei nostri governanti, che già si sono fatti in quattro per legalizzare il falso in bilancio, il lavoro nero o giustificare l'evasione fiscale. Purtroppo ci siamo sbagliati! Sul caso in questione non solo cgilcisluil si sono defilate da quella che doveva essere una facile tutela dei lavoratori, ma hanno voluto fare di più, azzerando un diritto e dando deroghe speciali alla società.

Poco importa se l'azienda si è impegnata a non utilizzare la piattaforma CRM SIEBEL per controllare gli operatori, perché questa è una possibilità che non dovrebbe esistere proprio! Chi potrà mai garantire che Telecom non la utilizzerà per redigere le valutazioni dei singoli lavoratori o per determinare i canvass individuali? cgilcisluil ?

Sicuramente non è confortante ritrovarsi a contrastare non solo un'azienda sempre più impudente ed arrogante, ma anche a saltare gli ostacoli disseminati da chi dovrebbe invece toglierli, tutelando giorno dopo giorno i diritti dei lavoratori. Noi proseguiremo comunque per la nostra tortuosa strada.

Trieste, 20 febbraio 2004

SEGRETERIA REGIONALE SNATER

7716