il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Serva dell'imperialismo

Serva dell'imperialismo

(19 Marzo 2011) Enzo Apicella
Il governo italiano mette a disposizione 7 basi militari per l'attacco alla Libia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Nessuna festa a favore della guerra

Mercoledì 1 giugno manifestazione di protesta a Roma davanti al COI

(30 Maggio 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.comunistiuniti.it

Nessuna festa a favore della guerra

foto: www.comunistiuniti.it

La Repubblica non può festeggiare la guerra, nonostante il Presidente della Repubblica sostenga la guerra in Libia e i bombardamenti bipartizan voluti dal governo e dalla maggioranza dell’opposizione in Parlamento.

Gli attivisti No War e i pacifisti romani contestano la guerra e le spese militari e lanciano una manifestazione di protesta davanti al COI (Comando Operativo Interforze) situato nell’ex aeroporto di Centocelle.

Il COI è una vera e propria base di guerra addetta alle comunicazioni per le missioni militari all’estero (dall’Afghanistan alla Libia), ed è pienamente attivo nei bombardamenti in corso nel Mediterraneo.

Per dire No alla guerra e alle spese militari, a Roma si terrà un sit-in mercoledì 1 giugno alle ore 17.30 davanti al COI in via Scribonio Curione - angolo via dell’Aereoporto di Centocelle (Metro A fermata Numidio Quadrato).
Altre iniziative di protesta contro la guerra sono previste nello stesso giorno in altre città italiane.

La manifestazione a Roma è promossa dalla Rete romana No War con le prime adesioni di:

Rete Disarmiamoli, Federazione della Sinistra, Cobas, Usb, Rete dei Comunisti, Comunisti Uniti, Comunisti Resistenti

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Appuntamenti sullo stesso argomento

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «La guerra "umanitaria" alla Libia e le sue conseguenze»

4348