il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Eaton Automotive supera ogni limite!

(18 Marzo 2004)

Dopo i risultati eccezionali degli scioperi in tutto il gruppo EATON, l’azienda a messo in campo delle ritorsioni nei confronti dei lavoratori a dir poco ignobili.

I FATTI:
A Rivarolo EATON ha convocato la RSU e senza alcuna ragione ha richiesto l’apertura della cassa integrazione per un numero esiguo di lavoratori. Gli ammortizzatori, come la cassa, in quest’azienda sono sempre stati gestiti diversamente, grandi numeri per poco tempo. Oggi inspiegabilmente si adotta una strategia differente, quasi a trasformarli in strumento di pressione.
I rappresentanti della FIOM, consapevoli della inconsistenza della richiesta, si sono rifiutati di sottoscrivere alcun verbale, contrariamente i delegati della FIM e della UILM hanno siglato l’accordo che, tra l’altro, non prevede alcuna forma di rotazione credibile.

RISULTATO:
Sono stati messi in cassa venti lavoratori, dei quali diciassette tra iscritti e delegati della FIOM-CGIL, cercando di azzerare completamente il nucleo di lavoratori che più si sono impegnati nella battaglia precontrattuale.
E’ chiaro che questo è un atto di aggressione ai militanti della FIOM e a tutti quei lavoratori che rivendicano ancora il diritto di poter confrontarsi civilmente con l’impresa. Di fronte alla protesta democratica questi galantuomini hanno reagito con una ritorsione paragonabile alle serrate fasciste.
Casualmente ciò accade anche a ridosso del rinnovo delle R.S.u. di Rivarolo.

EATON si renda conto che sarà impossibile il ripristino di normali relazioni sindacali dopo quanto successo. Ritorni sui suoi passi, e se opera nell’interesse della proprietà apra un tavolo di confronto per trovare una soluzione sul pre-contratto.

La FIOM difenderà con ogni strumento questi lavoratori, a partire dalla messa a disposizione dei propri uffici legali.
L’azienda, mettendo in discussione i diritti fondamentali dei propri dipendenti, sta dando ancora più valore alla battaglia sul pre-contratto, e per questo, diventa necessaria una risposta massiccia di tutti gli stabilimenti a partire dai prossimi giorni.

Il coordinamento nazionale FIOM vara un pacchetto di otto ore di sciopero da sviluppare nelle prossime due settimane utilizzando il massimo dell’articolazione.

Abbiamo la responsabilità di aver iniziato un percorso finalizzato a migliorare le condizioni dei lavoratori, vogliamo che le persone che rappresentiamo vengano rispettate nella loro dignità!

17 marzo 2004

Coordinamento Nazionale Eaton Automotive
Federazione Impiegati Operai Metallurgici nazionale

11839