IL PANE E LE ROSE - classe capitale e partito
La pagina originale è all'indirizzo: http://www.pane-rose.it/index.php?c3:o2887

 

Da Genova 2001 ai processi di oggi

L’attualita’ di una riflessione sulla violenza dello stato e dei suoi apparati nella repressione delle lotte e dei movimenti

(27 Marzo 2004)

La mattanza compiuta dalle forze dell’ordine a Genova, nel luglio 2001, non costituisce l’eccezione in una storia “democratica”, ma diventa parte di un’onda lunga di violenze e repressioni, dispiegatasi per oltre mezzo secolo dalla fine del fascismo.

I lavoratori, gli studenti e gli antifascisti, caduti numerosi sotto i colpi della violenza poliziesca, smentiscono l’immagine di “libertà civile” e di “democrazia” che la propaganda di Stato propone da quasi sessant’anni, sostituendo i suoi stereotipi alla realtà.

A Genova lo Stato ha manganellato, torturato, sparato e ucciso; ora processa chi ha tentato di resistere, intraprendendo così, allo stesso tempo, un’operazione revisionistica tesa ad oscurare le sue responsabilità e a confondere i carnefici con le vittime.

Torna attuale il concetto di Resistenza, ma anche di autodifesa delle mobilitazioni di massa e delle lotte sociali… e la non violenza appare sempre più utopia.

ASSEMBLEA
MERCOLEDI’ 31 MARZO - ORE 17
VIA ZAMBONI 38 – AULA IV DI LETTERE


Ne parliamo con:
- Alessandro Mantovani (giornalista de Il Manifesto)
- Marco Poggi (autore del libro “Io l’infame di Bolzaneto”)
- Michele Terra (Comitato politico nazionale di Rifondazione Comunista)

Partito della Rifondazione Comunista - Circolo Universitario
Associazione marxista rivoluzionaria Progetto Comunista - sinistra del Prc

6475