il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

viCINAnze

viCINAnze

(29 Ottobre 2011) Enzo Apicella
Klaus Regling è a Pechino per cercare 100 miliardi di dollari per il fondo europeo di stabilità finanziaria (Efsf) di cui è Direttore

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Flessibili, precari, esternalizzati)

Coperative: diciamo no a questa forma di schiavismo, fermiamoli

(4 Agosto 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.sicobas.org

Coperative: diciamo no a questa forma di schiavismo, fermiamoli

foto: www.sicobas.org

Lavoratori delle cooperative dell’Esselunga di BIENDRATE, vi siete chiesti come mai ora stanno correndo tutti qui per difendervi dopo che per mesi, anni, mentre era noto a tutti che dove lavorate vengono quotidianamente calpestati i diritti più elementari: salute, sicurezza, retribuzioni e quant'altro, nessuno di questi sindacati si è mai visto?

Ora si stanno tutti precipitando, ma per far cosa? Perché temono l'espandersi delle lotte che in questi mesi/anni i lavoratori S.I. COBAS stanno conducendo nelle cooperative come la vostra.

Perchè temono che anche qui all'Esselunga, alziate la testa per difendere i vostri diritti, cominciando con l'imporre le norme scritte nei contratti, che pur sono di merda, firmati dai confederali.

Credono in questo modo di fermarvi, di fermare la volontà di rivendicare condizioni di lavoro migliori, più giuste, più dignitose; credono di ostacolare il diritto ad avere una retribuzione completa per tutte le ore di lavoro veramente fatte; credono che voi non abbiate il diritto di lavorare senza ammalarvi e senza rischiare infortuni anche gravi.

Le cooperative sono il settore lavorativo dove, più che in ogni altro, si è costruito un sistema che, negando anche le minime regole contrattuali, si realizza il massimo sfruttamento dei lavoratori e il massimo profitto per i padroni.

Vogliono esportare questo sistema in tutti i luoghi di lavoro, smantellando i diritti acquisiti negli anni passati: dallo Statuto dei lavoratori alla conquista di forme di salario che in qualche modo andavano a garantire il potere d’acquisto dei salari degli operai.

Bisogna respingere questo attacco, cominciando dalle stesse cooperative.

Per far questo è necessario trovare l'unità tra tutti i lavoratori, italiani e immigrati, uniti per affrontare i nemici comuni: padroni, governi, sindacati corrotti e amici dei padroni.

Sarà dura ma è possibile vincere; lo hanno fatto e lo stanno facendo sempre più lavoratori di svariate cooperative; lo stanno facendo i lavoratori delle coop che lavorano per la TNT di Piacenza.

La loro lotta deve essere un esempio per tutti, soprattutto per i lavoratori immigrati, che maggiormente stanno pagando il prezzo di questo sfruttamento.

Per questo come S.I. COBAS vi chiamiamo alla lotta.

LAVORATORI DELLE COOPERATIVE DELL’ESSELUNGA DI BIENDRATE

CGIL CISL e UIL permettono a queste cooperative di trattarvi come schiavi; permettono che non vengano rispettati contratti e leggi.

Voi pagate sulla vostra stessa pelle la quotidianità di questa ingiustizia. E' ora che diciamo basta a questi signori! E' il momento di decidere per il proprio futuro, come hanno fatto i vostri compagni delle cooperative di Piacenza della TNT.

In questi giorni la loro lotta è stata esemplare. Una lotta che sta pagando, una lotta che li sta facendo uscire dalla condizione fatta di repressione, ingiustizia, schiavismo.

Possiamo farlo anche qui a Biendrate. coop Esselunga Biendrate

S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Flessibili, precari, esternalizzati»

Ultime notizie dell'autore «S.I. Cobas - Sindacato Intercategoriale Lavoratori Autorganizzati»

3758