il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Marchio Marchionne

Marchio Marchionne

(26 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Esternazione di Marchionne contro la scarsa produttività degli operai italiani

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Fiat-marchionne : giu’ la maschera !

(16 Settembre 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.cobas.it

Marchionne , il manager più osannato (e odiato) continua a fare il gradasso e a dare i numeri , ma la caduta produttiva e la distruzione di lavoro - con la chiusura di stabilimenti Fiat-indotto, con i diktat sullo sfruttamento intensivo e sui licenziamenti facili – fanno gettare al maschera al grande illusionista-simulatore !

Le cose non gli vanno più bene neanche negli USA,con i lavoratori americani giocati contro quelli italiani. Il sindacato UAW ,proprietario del 63% di Chrysler attraverso i fondi pensione, non ci sta più a mantenere paghe di fame ai neoassunti – 15$ invece dei 28$ degli altri – concordate nel 2009 al momento del salvataggio: UAW chiede 2% in più .
Marchionne glieli nega , addirittura vuole ancora sacrifici, da qui la rottura .

E pensare che Marchionne aveva lasciato di corsa il Salone di Francoforte per chiudere l’accordo con UAW ,ritornando sui suoi passi scornato, al punto da esibirsi in una romanzina pubblica nei confronti del complice Bob King, fino ad oggi segretario UAW.
Meschinità paralizzante quella di Marchionne ! Al Salone di Francoforte la Fiat propone la “ novità” della Panda-Pomigliano , mentre tutti i maggiori marchi mondiali commercializzano l’ibrido e il total-electric ! Pianificazione a perdere ,nonostante il rinnovo globale dei top manager, o furbizia da struzzo ??!

Così facendo nel futuro degli stabilimenti Fiat, se va bene c’è ancora tanta cassa integrazione( tempistica ERGO-WAS e zero diritti), se va male c’è la chiusura e i licenziamenti.

TERMINI IMERESE ,MODENA/MASERATI,AVELLINO/IRISBUS-IVECO, IL “PIANO ITALIA” DI MARCHIONNE =
STABILIMENTI CHIUSI , CANCELLATI MIGLIAIA DI POSTI DI LAVORO !


TERMINI IMERESE : chiude a dicembre 2011 , 2000 lavoratori e le loro famiglie sono sul lastrico.

MODENA/MASERATI : non c’è certezza di continuità produttiva, altri 500 lavoratori + l’indotto rischiano il licenziamento , alla faccia del rilancio promesso , con migliaia di Macerati da costruire !

AVELLINO/VALLE UFITA-stabilimento Irisbus/Iveco : Marchionne ha comunicato la chiusura della fabbrica di bus “ per grave crisi di commesse pubbliche”, altri 700 addetti,1500 con l’indotto, licenziati .

E NON BASTA !

TORINO-MIRAFIORI : dopo la rapida retromarcia sui Suv, non è chiaro cosa Marchionne vorrà produrre e di quanti lavoratori, dopo tanta CIG , vorrà disporre .

POMIGLIANO d’ARCO : ancora a settembre di assunzioni neanche l’ombra, con l’assillo che per la “ nuova Panda”, secondo Marchionne, bastano il 40% ( ben selezionati) dei vecchi dipendenti . E i restanti 60% che fine fanno ??!

ATESSA- SEVEL : dal 1° ottobre va in funzione la tempistica ERGO-WAS e il “ contratto in deroga” ; finita la “ sperimentazione” la Fiat sosterrà l’ulteriore riduzione del costo del lavoro e dell’occupazione .

Cosa serve ancora per smascherare Marchionne e il “ Piano Italia” ??
Quante altre fregature e delusioni dovranno prendere i lavoratori per svegliarsi e tornare a lottare ??!
Prima che sia troppo tardi. Prima che la crisi permanente li porti definitivamente fuori dalla produzione e a sfidare la miseria !

SOLIDARIETA’ , LOTTA , UNITA’
DA TERMINI IMERESE A MODENA, AVELLINO... MIRAFIORI,POMIGLIANO,SEVEL,MELFI,CASSINO,TERMOLI,
NESSUN POSTO DI LAVORO VADA PERSO : RESISTIAMO-COMBATTIAMO INSIEME.


ROMA 15.9.2011

FIAT3.doc 23,50 k

COBAS LAVORO PRIVATO

8238