il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Paura di democrazia

Paura di democrazia

(1 Febbraio 2011) Enzo Apicella
Israele guarda con preoccupazione alla rivolta in Egitto

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Il nuovo Piano di Riorganizzazione Aziendale del Comune di Ronchi dei Legionari

(20 Settembre 2011)

Con un nostro comunicato stampa il 4 agosto avevamo espresso una prima analisi critica dei contenuti del nuovo piano di riorganizzazione del personale del Comune di Ronchi ma alla luce di una serie di altri atti che sono stati approvati nel mese di agosto e l’attuazione del piano realizzato nelle prime due settimane di settembre ribadiamo che la natura dell’azione amministrativa della Giunta Fontanot sul personale ha un taglio che noi non siamo i soli a definirlo padronale e berlusconiano. Riprendendo alcuni contenuti di quel comunicato ribadiamo come circolo la totale contrarietà a questo Piano dio riorganizzazione del personale.

Durante il periodo estivo la neo insediata giunta del Comune di Ronchi dei Legionari guidata dal Sindaco Fontanot ha approvato una serie di atti amministrativi funzionali alla riorganizzazioni del personale dell’ente locale.
Con propria deliberazione di giunta ha approvato il nuovo Piano di Riorganizzazione Aziendale del Comune, atto che non nasce da un percorso di confronto con le maestranze e i sindacati ma è calata dall’alto senza nessun confronto o se non di semplice facciata. Successivamente nel corso del mese di agosto con una serie di delibere e determine ha reso esecutivo il piano prevedendo l’incarico esterno per la direzione dell’ufficio tecnico, dei provvedimenti di mobilità interna del personale e l’utilizzo di personale di agenzie interinali per alcune mansioni lavorative.
La CGIL Funzione Pubblica con un suo documento nell’analizzare il Piano di riorganizzazione del personale ha definito la decisione giuntale, “di fatto calata dall'alto, in un revanscismo di logica padronale che neanche nelle miniere dello Yunan (RPC) sembra essere più in voga”

Per fare alcuni esempi:
- si esternalizza il servizio paghe,
- il settore cultura e biblioteca, uno dei servizi fiori all’occhiello del Comune, passando sotto il settore affari generali e organi istituzionali viene destrutturato e declassato,
- il ricorso al lavoro interinale, per posizioni di basso profilo: quando esiste la possibilità di attingere direttamente alle graduatorie dell'ufficio provinciale del lavoro e si sostiene l'interinale per la sostituzione dei due autisti scuolabus e di un aiuto cuoco, senza considerare che un'agenzia interinale costa più di tre dipendenti a tempo determinato di categoria B1,
- si conferma l’utilizzo degli incarichi esterni senza valorizzare le figure già presenti e formate dentro l’apparato amministrativo come nel caso dell’affidamento di un incarico esterno fiduciario per il ruolo di responsabile dell’Ufficio Tecnico e apre altresì ad altre ipotesi possibili di esternalizzazioni dei servizi comunali,
- Mobilità interna, trasferimenti d’ufficio ed esuberi di dipendenti comunali provocati dall’accorpamento dei servizi e dalla diversa distribuzione delle competenze.


Assessore al Personale in Giunta a Ronchi dei Legionari è Riccardo Aviani esponente di Sinistra Ecologia e Libertà che ha la responsabilità politica di questa operazione di riorganizzazione del personale.
E’ giusto però ricordare che le responsabilità di questa scelte ricadono su tutte le componenti politiche della maggioranza in modo particolare quelle che collocate a sinistra come Sinistra Ecologia e Libertà o in qualche componente del Partito Democratico che alla sera maledicono le malefatte del potere berlusconiano e del suo interprete migliore il Ministro Brunetta e alla mattina in maniera ligia e diligente come uno scolaretto primo della classe applicano, nell’organizzazione del lavoro di un ente locale, le direttive, le circolari e la filosofia della Controriforma Brunetta.

Riepilogando è vero che la riforma del pubblico impiego targata Brunetta cancella di fatto negli uffici i percorsi di trattativa e contrattazione sull’organizzazione del lavoro e propone il decisionismo fine a se stesso e le imposizioni organizzative di chi governa l’ente ma è anche vero che percorsi diversi possono e devono essere fatti soprattutto dove non amministra la Destra Berlusconiana come nel caso del Comune di Ronchi dei Legionari ragionando su percorsi di condivisione con i lavoratori. Su questi temi sosterremo la battaglia sindacale anche dai banchi dell’opposizione in consiglio comunale per contrastare il taglio padronale di questo piano di riorganizzazione del personale municipale.

Ronchi, 20 settembre 2011

Il direttivo del circolo di Ronchi e Fogliano del Partito della Rifondazione Comunista - Federazione della Sinistra - Piazza Oberdan n. 21 – Ronchi dei Legionari

12094