il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Addio mondo

Addio mondo

(13 Settembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Universitari in piazza il 7 ottobre - Non ci lasceremo manovrare! People rise up! Martedì 11 assemblea pubblica verso il 15 Ottobre

(3 Ottobre 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.caunapoli.org

Universitari in piazza il 7 ottobre - Non ci lasceremo manovrare! People rise up! Martedì 11 assemblea pubblica verso il 15 Ottobre

foto: www.caunapoli.org

Venerdì 7 Ottobre - CORTEO - ore 9:30 - piazza del gesù (su facebook)

Martedì 11 ottobre - ASSEMBLEA PUBBLICA verso il 15 ottobre - ore 17 - palazzo giusso (uni. orientale) (su facebook)

Le manovre “lacrime e sangue” varate oramai da qualche giorno sono la spia di quel che ci attenderà nell’immediato futuro: aumento dell’IVA, tagli al trasporto pubblico, aumento dell’età pensionabile e cancellazione dei diritti dei lavoratori che si tradurranno in un sostanziale peggioramento della vita delle classi più deboli. Come se non bastasse, con ogni probabilità, a breve verrà varata una terza finanziaria con misure di “austerity” ancora più dure che toccheranno settori sempre più ampi della società e che risulteranno essere il colpo di grazia per quanti fino ad oggi hanno provato a sopravvivere.

Non a caso assistiamo da giorni ai ripetuti appelli di Napolitano all’unità Nazionale, l’invito di Confindustria, Banca Centrale Europea e Federal Reserve a tagliare di più e a liberalizzare tutto, le affermazioni dei politici di turno che, intervistati da giornali e tv, con faccia disperata invitano tutti indistintamente studenti, operai, migranti, lavoratori a stringere la cinghia.

La situazione peggiora sempre di più; siamo davvero stanchi di essere presi continuamente in giro. La crisi non nasce all'improvviso ma è endemica a questo sistema. Sono decenni che le politiche economiche creano ricchezza e benessere per pochi, sfruttamento, ricattabilità e povertà per molti. E' giunto il momento di muoversi, di far sentire la propria rabbia e di gridare che non ne possiamo più, che noi non pagheremo questa crisi, che questa volta saranno i padroni a doverla pagare.

Noi, in quanto studenti, portiamo quotidianamente nelle aule universitarie il disagio sociale che ci circonda, chiedendo un futuro dignitoso e provando a dare seguito alla mobilitazione dell’anno scorso che sfociò in un 14 dicembre conflittuale e radicale. Ma questa volta abbiamo il dovere e la necessità di costruire la mobilitazione insieme ai nostri genitori, insieme a quella generazione “dei privilegiati” e dei “fannulloni” che viene sempre più spesso invocata dalla Marcegaglia o chi per lei, come la causa del nostro futuro precario, solamente per tentare di dividere le lotte e di mettere due generazioni in contrapposizione, quando invece le rivendicazioni e gli obiettivi sono gli stessi. Dobbiamo far capire che noi studenti non viviamo certo in un’isola felice né che siamo ottimisti rispetto a quello che ci aspetta una volta usciti dall’università.

Per questo il 7 ottobre saremo in piazza, nel primo corteo che sancisce l’avvio di questo autunno caldo, per arrivare alla grande mobilitazione generalizzata del 15 ottobre, insieme agli studenti medi ed universitari, ai disoccupati, ai lavoratori e ai sindacati di base!

IL MOMENTO E' ORA! RIAPPROPRIAMOCI DEL NOSTRO FUTURO!

Collettivo Autorganizzato Universitario - Collettivo di Architettura Break Out - C.D.U.P. Ingegneria - Coordinamento II Policlinico - Studenti Federico II

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo»

Ultime notizie dell'autore «Collettivo Autorganizzato Universitario – Napoli»

7896