il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Il sogno

Il sogno

(15 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Il 16 ottobre manifestazione nazionale dei metalmeccanici Fiom contro la "medicina Marchionne"

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Senza casa mai più!)

Prendocasa resiste. Occupato consiglio comunale a Cosenza

(1 Ottobre 2011)

Occupato consiglio comunale a Cosenza

Irruzione oggi pomeriggio del comitato di lotta per la casa nel consiglio comunale di Cosenza. Motivo della manifestazione un articolo apparso una settimana fa sulla Gazzetta del sud, dove veniva indicato l'ipotesi di destinare Palazzo Cosentini okkupato ad abitazione di prefetto, presidente della repubblica e carabinieri, proposta lanciata da dal governatore calbrese Scopelliti, Nitto Palma e Giacomo Mancini, non cuntaranti del disagio abitativo che le 6 famiglie occupanti vivono.
Dopo una serie di parapiglia con i vigili che volevano impedire di aprire lo striscione e di esporre tramite megafono le ragioni della protesta, il consiglio è stato bloccato, ma la determinazione dei componenti del comitato ha obbligato l'assessore all'emergenza abitativa a incontrare una delegazione del comitato.
Nell'incontro Katia Gentile ha esposto il piano casa che stanno preparando, che vedrà coinvolta anche l'aterp, e che a detta loro nelle prossime settimane dovrebbe cominciare ad avere un evoluzione reale per mettere realmente le mani sul problema. Sulla situazione relativa agli articoli usciti nei giorni scorsi ha assicurato che quel palazzo verrà sgomberato solo quando tutte le famiglie avranno un alloggio alternativo. Prendiamo atto di ciò e continuiamo ma tenere alta la guardia.Le promesse politiche che tanto sfacelo hanno determinato in città e nella nostra regione con noi non fanno effetto.
La casa è un diritto, non finiremo mai di ribadirlo.

Di seguito il volantino distribuito oggi pomeriggio:

Apprendiamo dalle pagine dei quotidiani una proposta a nostro avviso irrazionale prodotta dai nostri cari governanti locali e nazionali, che attesta l’autoreferenzialità di tali personaggi di governo, lontani dai bisogni e dalle problematiche che attanagliano la quotidianità dei settori popolari.
La proposta cui ci riferiamo è quella sorta durante la cena tra Scopelliti, Nitto Palma e Giacomo Mancini circa la possibilità di destinare palazzo Cosentini a residenza presidenziale e prefettizia oltre che distaccamento dell'arma.
Certo dobbiamo riconoscere loro almeno l'intelligenza di voler utilizzare la storica residenza per soggetti previsti dalla legge che ha finanziato la ristrutturazione di palazzo cosentini e degli altri 6 palazzi, sempre nel centro storico cittadino (le leggi 179/92 e 136/99 che prevedono la realizzazione e/o la ristrutturazione di alloggi da destinare a case popolari per soggetti svantaggiati e per dipendenti dell'amministrazione pubblica che si sono distinti nella lotta alla criminalità organizzata o che abbiano reso alti servigi allo Stato, costo dell'operazione 6.551.895,66 euro). D'altra parte riteniamo una provocazione bella e buona quella del governatore Scopelliti perché non tiene conto del disagio abitativo che investe una ampia fascia di popolazione; della crisi che di fatto impedisce ai più di godere dei diritti basilari, tra cui quello ad un alloggio dignitoso; dell'ultimo piano casa che, di fatto, cancella le case popolari dall'agenda politica; ed infine di ben dieci famiglie che, più che aver occupato abusivamente, si sono riappropriate di uno dei tanti diritti negati da 40 anni di politiche clientelari che hanno sacrificato i diritti di un'intera comunità sull'altare della speculazione.
Nel giugno scorso il comitato Prendocasa ha incontrato l'assessore con delega all'emergenza abitativa del comune di Cosenza, Katia Gentile, la quale ha preso l'impegno di aprire un tavolo di trattative, raccogliendo anche la nostra proposta di ristabilire la destinazione d'uso dei 7 palazzi che la precedente giunta scelleratamente destinò agli studenti universitari a scapito di quanti in questa città vivono in tuguri, in mezzo ai topi e all'umidità e da decenni attendono (invano) l'assegnazione di una casa.
Perché, con tutto il rispetto del caso, riteniamo che il bisogno reale di decine di famiglie sia prioritario rispetto ad una fittizia residenza presidenziale o, ancora, rispetto ad una residenza per il Prefetto che può ben pagarsi un affitto o comprarsi un attico a differenza di chi vive quotidianamente di precarietà e stenti e paga direttamente sulla propria pelle la cancellazione dello stato sociale.
A fronte di un compenso onorevole come quello mensilmente ricevuto dal prefetto e dal presidente della repubblica, le famiglie che vivono all’interno di palazzo cosentini e palazzo francini neanche in un intero anno di lavoro si vedranno mai corrisposto per le proprie fatiche un corrispettivo pari o vicino al loro. Nonostante riescano a stenti ad arrivare alla terza settimana del mese sono un esempio per l’intera città, per la dignità che dimostrano quotidianamente nella vita e nel lavoro e per la determinazione con la quale hanno detto no a ricatti, false promesse e clientelismo.
E allora…di cosa stiamo parlando allora se non di proposte sciagurate e scellerate?
Quali sono le vere priorità per questa città? Dare risposte ai cittadini o fare operazioni di facciata come questa?
In quale paese pensavano di trovarsi Scopelliti, Palma e Mancini quando tra un vinello e una porchetta, hanno coniato questa brillante idea? Forse dimenticano o ignorano la grave fase di recessione economica che investe l’Italia e che si riversa sulle classi sociali più deboli? Forse non conoscono le misure contenute nelle ultime manovre finanziarie che costringono lavoratori, precari, disoccupati a ulteriori sacrifici rispetto alle loro già insostenibili condizioni di esistenza? O invece tutto ciò lo conoscono fin troppo bene essendo tra gli artefici di tale scempio!!!!
È la storia che si ripete: al popolo manca il pane e la regina sfoggia collane...

PRENDOCASA COSENZA – COMITATO DI LOTTA PER LA CASA

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Senza casa mai più!»

Ultime notizie dell'autore «Collettivo Politico MILITANZ»

6841