il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Ad libitum

Ad libitum

(22 Marzo 2011) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

05/10 - il regime colombiano continua a reprimere gli universitari in lotta

(6 Ottobre 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nuovacolombia.net

05/10 - il regime colombiano continua a reprimere gli universitari in lotta

foto: www.nuovacolombia.net

Lo scorso 2 ottobre il regime colombiano ha messo agli arresti Jorge Gaitán, membro del Comitato Esecutivo Nazionale della Federazione Studentesca Universitaria (FEU), Omar Marín e Camilo Escudero, studenti dell'Università dell’Amazonía appartenenti alla stessa Federazione.
Secondo quanto denunciato dai loro compagni della FEU, gli studenti sono stati incarcerati sulla base di un’evidente montatura giudiziaria

(pratica, questa, alla quale il governo colombiano si presta sempre volentieri). Montatura, chiamata pomposamente “operación Alejandría”, nel quadro della quale sono stati incarcerati anche un direttore di scuola superiore e diversi attivisti per i diritti umani del Huila e del Caquetá.
I motivi reali di questi arresti vanno invece ricercati, in generale, nella volontà dell’oligarchia di castigare l’impegno sempre coerente che la FEU ha profuso per l’affermazione dell'istruzione come un diritto, per una soluzione politica del conflitto sociale e armato e per una pace con giustizia sociale, e, in particolare, nel tentativo del governo Santos di intimidire il movimento studentesco colombiano in procinto di indire uno sciopero nazionale universitario contro la nuova legge sull'istruzione; tale legge, che mira alla completa privatizzazione della scuola e dell'università, priverebbe di fatto i colombiani del diritto all'istruzione, già seriamente leso dalla legge 30 finora in vigore.
La reazione del blocco oligarchico a difesa delle politiche neoliberiste, combinata con una pratica abituale di costruzione di macchinazioni giudiziarie ad hoc, produce arresti e detenzioni a raffica nelle fila degli oppositori al regime; ma grazie alla compattezza del movimento, tali arresti, lungi dal bloccare le proteste, ne aumentano slancio e determinazione, e mentre le agitazioni crescono in tutto il paese, l'oligarchia colombiana si arrocca sempre più -con la violenza del terrorismo di Stato, le bugie mediatiche e le montature giudiziarie- a difesa dei propri privilegi.

Altri Clamori dalla Colombia...

Associazione nazionale Nuova Colombia

4619