il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Favoloso F35

Favoloso F35

(13 Dicembre 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Verona. Occupy Santa Claus

Dopo le manovre dell'estate e la legge di stabilità....arriva il pacco di natalizio del governo Monti

(16 Dicembre 2011)

Centrosinistra e centrodestra proseguono fedeli alle politiche liberiste di BCE, Fondo Monetario Internazionale e Commissione Europea e ancora una volta a pagare sono giovani, lavoratori e pensionati. Il 99% viene colpito per continuare a salvare i profitti e le ricchezze dell'1%.

Queste manovre non potranno mai né risanare il deficit dello stato, né tanto meno ripagare i 1.900 miliardi di euro di debito pubblico. Un debito creatosi negli anni con l'evasione fiscale, la corruzione, le spese militari, i regali a pioggia fatti alle imprese e alle banche, la diminuzione della pressione fiscale su rendite e profitti che sono aumentate negli ultimi 10 anni del 75% a fronte di una diminuzione del potere d'acquisto di salari e pensioni di 7.000 euro!

La crisi del debito sovrano, che si innesta sulla crisi economica esplosa nel 2008, deve essere pagata dai responsabili. Noi, invece, siamo in credito!
Siamo in credito di democrazia perché decidono al nostro posto. La vittoria al referendum su acqua e nucleare in Italia, le piazze degli Indignados in Spagna e di Occupy negli Stati Uniti ci dimostrano che nuove forme di partecipazione e di democrazia radicale dal basso sono possibili.

Siamo in credito di salari e diritti perché tagliano lo stato sociale, riducono gli stipendi, estendono la condizione di precarietà e licenziano per salvare i loro profitti

Siamo in credito di diritto allo studio perché distruggono scuola e università. Da anni si tendono a scaricare i costi dell’istruzione sempre più sulle tasche degli studenti.

Siamo in credito di trasporti e servizi pubblici perché perché li privatizzano, espropriandoci di un bene comune e scaricando i costi del debito sui cittadini mentre costruiscono opere inutili e devastanti come la TAV per ottenere il profitto di pochi.

Anche a Verona dove nel silenzio mediatico e politico la crisi colpisce duramente, cancellando posti di lavoro, dove si vogliono spendere milioni per costruire il traforo mentre aumentano sacche di povertà...

Costruiamo l'opposizione sociale
RIVOLTIAMO IL DEBITO!


>>>OCCUPY SANTA CLAUS<<<
sabato 17/12

Piazza San Nicolò - Verona

ore 16
video/interventi dalla crisi/musica e vin brulé

ore 17
"un Monti di Guai" come cambiano pensioni e imposte

SARA' POSSIBILE FIRMARE L'APPELLO PER CHIEDERE UN AUDIT PUBBLICO SUL DEBITO PER CAPIRE LE RESPONSABILITA', PER STABILIRE SE E QUANTO SIA DA PAGARE, PERCHE' ABBIAMO DIRITTO A DECIDERE INSIEME DEL NOSTRO AVVENIRE COMUNE.

SIAMO IL 99% E SIAMO IN CREDITO

VERONA RIVOLTAilDEBITO

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Appuntamenti sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Il debito è vostro. Noi non lo paghiamo»

3413