il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Molot off

Molot off

(4 Febbraio 2011) Enzo Apicella
La rivolta in Egitto infiamma il mondo arabo

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

Dichiarazione dell'Ufficio Stampa del CC riguardo l'aggressione imperialista in Siria

(22 Dicembre 2011)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in it.kke.gr

Il KKE denuncia l'intensificazione dell'aggressione imperialista in Siria che, come in Libia, viene promossa con il pretesto della "democrazia" e della "libertà". Con questo intervento imperialista, hanno superato ogni confine di ipocrisia e cinismo. A invocare la "democrazia" e la "libertà" sono le monarchie antipopolari del Golfo, la Turchia, che con il suo esercito occupa la metà di Cipro, la UE, che in molti dei suoi Stati membri bandisce i PC, gli Stati Uniti, che da tempo hanno provocato o sostenuto golpe militari ai quattro angoli del pianeta.

Turchia, Arabia Saudita e Giordania insieme agli Stati Uniti e all'UE svolgono un ruolo particolarmente reazionario e non è escluso che un intervento militare contro la Siria veda un coinvolgimento diretto di questi paesi.

A queste potenze non premono i diritti democratici e popolari in Siria, come sostengono. Il loro scopo è il controllo delle materie prime della regione, le vie di trasporto dell'energia e delle materie prime, l'acquisizione dei mercati, l'indebolimento dell'influenza economica e politica che hanno le altre potenze rivali nella regione, come la Russia e la Cina.

Un intervento militare imperialista in Siria provocherà una significativa distruzione materiale e umana nel paese, e in aggiunta priverà il popolo palestinese di un alleato stabile nella sua lotta, un alleato dei movimenti antimperialisti nella regione, e spianerà altresì la strada all'aggressione imperialista contro l'Iran, con il pretesto del suo programma nucleare.

Il governo greco [PASOK-ND-LAOS; rispettivamente centrosinistra, centrodestra ed estrema destra, ndt] ha delle responsabilità molto gravi, come pure i governi degli altri paesi della NATO e dell'UE che in un modo o nell'altro sono coinvolti nei piani imperialisti contro Siria e Iran.

Anche le forze opportuniste hanno delle gravi responsabilità, poiché in nome della "sinistra" o sostengono apertamente un intervento imperialista in Siria con il pretesto dei diritti democratici o, in questo momento cruciale, mantengono una posizione di "equidistanza" e fingono di non accorgersi dell'intervento imperialista e dei piani antipopolari conseguenti.

Il KKE esprime la sua solidarietà con il popolo e i comunisti di Siria e riconosce che solo il popolo siriano ha il diritto di determinare il futuro del proprio paese, senza ingerenze o interventi esterni.

Invita il governo greco a fermare immediatamente qualsiasi cooperazione militare con Israele. Di non fornire il territorio, i porti e lo spazio aereo della Grecia per l'aggressione imperialista contro la Siria e l'Iran, che trascinerebbe la popolazione della Grecia e gli altri popoli della nostra regione in avventure pericolose.

22/11/2011

Traduzione dall'inglese per www.resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Partito Comunista di Grecia (KKE)

4181