il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

No F35

No F35

(28 Giugno 2012) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • E' USCITO IL NUMERO 100 DELLA RIVISTA PROSPETTIVA MARXISTA
    (21 Giugno 2021)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Imperialismo e guerra)

    07/01 - non esistono presupposti per l’estradizione in colombia del cantautore rivoluzionario julián conrado

    (8 Gennaio 2012)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nuovacolombia.net

    07/01 - non esistono presupposti per l’estradizione in colombia del cantautore rivoluzionario julián conrado

    foto: www.nuovacolombia.net

    Dopo mesi di ingiustificati silenzi sulla pretestuosa ed illegale cattura del cantautore rivoluzionario colombiano Julián Conrado, avvenuta il 31 maggio del 2011 nello stato venezuelano di Barinas, il Pubblico Ministero della Procura Generale del Venezuela, Luisa Ortega Díaz, si è pronunciato nel dicembre scorso per il non luogo a procedere della sua estradizione. Nel documento presentato dall’alta funzionaria venezuelana, vengono evidenziate le inconsistenti ed incongruenti motivazioni dell’arresto di Julián, e svelano le fantasiose menzogne con cui il governo fascista presieduto da “Jena” Santos ha cercato e cerca di ottenere l’estradizione del cantautore.
    All’iniziale fasulla accusa di aver partecipato ad un combattimento nella località di Parranda Seca, mentre invece Julián si trovava a duemila chilometri di distanza, nel Caguán, il ridicolo quanto violento apparato repressivo colombiano ha poi aggiunto l’immaginaria accusa del canto usato per reclutare forzatamente giovani leve da incorporare nelle fila dell’insorgenza.
    Oltre ad aprire crepe nella montatura dell’illegale detenzione, la Procura ha disposto inoltre che al cantautore sia garantita una degna assistenza sanitaria adeguata alle sue cagionevoli condizioni di salute, aspetto più volte denunciato in diverse occasioni ed in maniera pubblica da una moltitudine di personalità e da collettivi di solidarietà venezuelani ed internazionali; un sostegno imprescindibile alla causa di Julián che è un sostegno alla causa di tutto il popolo colombiano, in lotta contro lo Stato terrorista e la sua internazionalizzazione della repressione. Un importante passo in avanti verso la verità è stato compiuto, e sarà ora il Tribunale Supremo di Giustizia venezuelano a doversi esprimere in maniera definitiva.
    La battaglia per la scarcerazione immediata di Julián e per la concessione, da parte del Venezuela, dell’asilo politico al cantautore rivoluzionario, è ad una svolta.

    Altri Clamori dalla Colombia...

    Associazione nazionale Nuova Colombia

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Notizie sullo stesso argomento

    Ultime notizie del dossier «Un'altra Colombia è possibile»

    Ultime notizie dell'autore «Associazione nazionale Nuova Colombia»

    4622