il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

ENIgnma Libia

ENIgnma Libia

(22 Febbraio 2011) Enzo Apicella
La rivolta popolare in Libia mette a rischio gli impianti dell'ENI che garantiscono un quarto delle importazioni di greggio in Italia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Egitto:vittoria islamista,ai rivoluzionari 7 seggi

La prossima settimana si festeggia l'anniversario della rivoluzione egiziana. Ma chi fu protagonista di quei giorni eccezionali, verra' rappresentato in Parlamento da pochissimi deputati. Gli islamisti hanno il 70% dei seggi

(22 Gennaio 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in nena-news.globalist.it

Egitto:vittoria islamista,ai rivoluzionari 7 seggi

foto: nena-news.globalist.it

Roma, 21 gennaio 2012, Nena News - I protagonisti della rivoluzione del 25 gennaio si preparano a festeggiare la prossima settimana in Piazza Tahrir l'anniversario della sollevazione contro il "faraone" Hosni Mubarak (ora sotto processo) con una manifestazione che si annuncia di massa. Ma i “rivoluzionari” non hanno molti motivi per essere allegri. La loro lista elettorale, Rivoluzione Continua, ha conquistato appena sette seggi nel nuovo parlamento egiziano. Celebrano invece gli islamisti che, almeno nella prima fase, non presero parte alla rivoluzione e che per molti giorni mantennero un atteggiamento ambiguo, in attesa di capire il destino di Mubarak.

I Fratelli musulmani, i salafiti e il partito islamista centrista Wasat hanno conquistato 233 seggi, pari a circa il 75% del totale nella quota proporzionale, e 166 seggi attribuiti col maggioritario. Il partito liberale di destra Wafd e il Blocco egiziano si attestano al terzo e quarto posto rispettivamente con 36 e 33 seggi. Quindici seggi li hanno presi anche i "filul", i fedelissimi dell'ex rais Mubarak, che nonostante restrizioni e boicottaggi alla fine sono riusciti, anche se in minima parte, a tornare nei banchi che avevano dovuto lasciare in tutta fretta dopo la rivoluzione.

Lunedì mattina il nuovo parlamento si riunirà per la prima volta e la televisione egiziana inaugurerà un canale "La voce del popolo" che seguirà costantemente i lavori parlamentari. La nuova assemblea scegliera' i cento membri della costituente incaricata di scrivere la nuova Costituzione. I Fratelli musulmani, che nomineranno gran parte dei cento membri, hanno gia’ preparato una bozza di Costituzione bozza che prevede un sistema misto parlamentare-presidenziale. Nena News

Nena News

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Ultime notizie del dossier «Il Mondo Arabo in fiamme»

Ultime notizie dell'autore «Nena News»

3319