il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale, ambiente e salute    (Visualizza la Mappa del sito )

BP Louisiane blues

BP Louisiane blues

(2 Giugno 2010) Enzo Apicella
A 40 giorni dall'esplosione della piattaforma della British Petroleum fallisce l'ennesimo tentativo di bloccare la fuoriuscita di petrolio

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale, ambiente e salute)

Esposti amianto - sentenza eternit : condannata a 16 anni la proprieta’ svizzero-belga, risarcite le vittime , i comuni , i sindacati, le associazioni

(14 Febbraio 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.cobas.it

Esposti amianto - sentenza eternit : condannata a 16 anni la proprieta’ svizzero-belga, risarcite le vittime , i comuni , i sindacati, le associazioni

foto: www.cobas.it

La sentenza del Tribunale di Torino in data 13/2/2012 ribadisce quanto istruito dal pool coordinato dal giudice Guariniello , che ha portato prima al rinvio a giudizio del padroni svizzero-belga della Eternit e ora alla loro condanna a 16 anni per “ disastro ambientale doloso e omissione volontaria di cautele antinfortunistiche sui luoghi di lavoro”.

Una sentenza miliare , che farà da apripista in Italia,Ue e nel mondo, soprattutto dove ancora si lavora e commercializza l’amianto e si uccidono lavoratori e popolazione, ad esempio in Francia, in Inghilterra, Brasile, SudEstAsiatico,Africa.

Il Comune dei Casale Monferrato, sul cui territorio ha gravato lo stabilimento più grande e che ha avuto il maggior numero di vittime tra i suoi abitanti - in Italia 2200 morti e attuali 665 malati per patologie correlate all’amianto – ha ottenuto come iniziale risarcimento una provvisionale di 25 ML,oltre alla liquidazione dei danni in sede civile: il Comune di Cavagnolo ne ha ottenuti 4 ML; per i Comuni di Rubiera e Bagnoli il reato “ è estinto per prescrizione”; a ciascun parente delle vittime, una provvisionale di 30.000 E e liquidazione danni in sede civile ; sono state liquidate provvisionali di 15 ML all’Inail e 70.000 a Medicina Democratica; 100.000 è il risarcimento dovuto a conclusione dei 3 gradi di giudizio alle associazioni ambientaliste e sindacali.

Questa memorabile sentenza è il parziale riconoscimento alle migliaia di vittime del “ lavoro sporco e profittale “ ; il monito nei confronti di una logica padronale spietata che se ne frega della salute e della sicurezza di lavoratori e cittadinanza ; lo sprone nel dare battaglia sui posti di lavoro e nel denunciare le inadempienze che portano alle malattie professionali,alle invalidità e alla morte.

La Confederazione Cobas , impegnata nella sfida per debellare la quotidiana “ strage di innocenti”, plaude alla sentenza che rende giustizia alle vittime sacrificali dello sfruttamento capitalistico e ringrazia il dott. Guariniello per la dedizione che mette al servizio della collettività.

La Confederazione Cobas si impegna a divulgare la sentenza nei luoghi di lavoro e presso i Comuni , anche al fine di raccogliere le ulteriori denunce degli “ esposti amianto”,mettendo a disposizione i propri sportelli legali.

Roma 13.2.2012

Confederazione Cobas

Fonte

Condividi questo articolo su Facebook

Condividi

 

Notizie sullo stesso argomento

Ultime notizie del dossier «Amianto. La strage silenziosa»

Ultime notizie dell'autore «Confederazione Cobas»

5043