il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Nel "giardino di casa" degli USA

Nel giardino di casa degli USA

(5 Ottobre 2010) Enzo Apicella
Elezioni presidenziali 2010. Il Brasile si sposta a sinistra.

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

  • DALLA TORNATA ELETTORALE DEL 20/21 SETTEMBRE UTILI INDICAZIONI PER LA BORGHESIA
    Corsa contro il tempo per l'instaurazione di un "governo forte"
    (23 Settembre 2020)
  • costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

    SITI WEB
    (Americas Reaparecidas)

    Cile: sindacalista di San Antonio da oltre 50 giorni in sciopero della fame

    (1 Marzo 2012)

    anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.radiocittaperta.it

    Cinismo. Non c’è altra parola per definire l’ipocrita atteggiamento dei politicanti Cileni delle 2 Destre (la “Vecchia Destra” della Coalición por el Cambio e la “Nuova Destra” della Concertación, il PRI e il PRO) che hanno governato insieme il Cile al servizio dei grandi Imprenditori e dell’Imperialismo fin dalla “fine” formale (ma non reale) della dittatura fascista di Pinochet nel 1990.

    Mentre molti di loro esprimono attualmente la loro “profonda preoccupazione per la situazione dei Diritti Umani a Cuba e in Siria” a causa della morte di in supposto “prigioniero politico” cubano Wilman Villar (in realtà un delinquente comune) in un preteso Sciopero della Fame mai esistito e della giusta risposta di legittima difesa del Regime Rivoluzionario, Democratico, Antimperialista e Antisionista Siriano (capeggiato dal compagno Presidente Bashar al Assad) e del suo popolo davanti alla Criminale Aggressione dell’imperialismo Yenkee, Europeo e Canadese e le loro marionette israeliane, arabe e turche, (aggressione infame che l’Imperialismo attraverso i suoi Mezzi di Stampa cerca di far apparire come una supposta “sollevazione popolare” mentre si tratta solo di una insurrezione armata i cui protagonisti sono i Controrivoluzionari siriani e i Mercenari stranieri finanziati, addestrati e armati dallo stesso imperialismo e dei suoi lacchè), il compagno Eduardo Rojas, Dirigente del Sindacato dei Marittimi e Portuali Specializzati di San Antonio (SEMPE) ha intrapreso già da oltre 50 giorni uno Sciopero della Fame per protesta contro l’ingiusta emarginazione di cui sono stati vittime i lavoratori del suo sindacato da parte dell’Impresa del Porto di San Antonio (EPSA) nel processo di licitazione in cui dovevano essere inclusi tutti i lavoratori del Porto di San Antonio, quando quest’impresa ha iniziato a esternalizzare le sue operazioni negli ultimi anni, come conseguenza del passaggio, dissimulato, dei Porti del Cile in mano dei privati iniziato sotto il Governo di Eduardo Frei Ruiz-Tagle e continuato con i Governi Concertazionisti di Lagos e Bachelet.

    Invece, “curiosamente” questo Sciopero della Fame reale ed effettivo che il compagno Eduardo Rojas sta facendo nella sede della Central Unitaria de Trabajadores (sindacato CUT ) di San Antonio dal 3 gennaio scorso non ha motivato la benché minima preoccupazione da parte di questi politicanti, sempre così “preoccupati dei Diritti Umani” quando si tratta di condannare e lanciare infamie contro Regimi e Movimenti che non si sottomettono ai dettami dell’Imperialismo. Generalmente si dedicano a ripetere come pappagalli ammaestrati tutte le bugie e i montaggi dei mezzi di stampa pro-imperialisti, ma, “stranamente”, brillano per assenza quando gli scioperi della fame sono in Cile e le vittime di violazione dei Diritti Umani sono Prigionieri Politici Mapuche che lottano per la loro libertà e per il diritto ad un giudizio giusto, Comunità contadine mobilitate in difesa del loro ambiente e dell’accesso all’acqua (come quelle di Caimanes, nella provincia di Choapa), lavoratori del trasporto che esigono che gli si paghino i loro salari e i versamenti non fatti (come i dipendenti del “Transaraucaria”, impresa che rifornisce il TranSantiago), professori che digiunano perché si cancella il “Debito storico” che lo Stato del Cile ha con loro dal 1981 o Studenti delle superiori che lottano per il loro diritto a un’istruzione gratuita, Statale, laica, partecipativa e d’eccellenza, come sono stati i casi di Scioperi della Fame fatti nel nostro paese negli ultimi anni, in cui questi politicanti non sono mai comparsi da nessuna parte a “Difendere i Diritti Umani” e, quando si sono fatti vivi, è stato solo per figurare sulla stampa e cercare di utilizzare questi conflitti a loro favore.

    Lo stesso accade con la maggior parte dei mezzi di stampa tradizionale del Cile, che salvo scarsissime eccezioni, non hanno dedicato una riga o un secondo a questo conflitto.

    Per questo abbiamo chiesto di diffondere questa informazione il più ampiamente possibile tra tutti i vostri contatti e amici, come una forma concreta di appoggio a questa giusta lotta.

    Infine, per completare quest’informazione, vi inviamo vari link a Youtube con immagini di differenti momenti dello sciopero della fame di cui è protagonista il compagno Eduardo Rojas, e vari link a Internet con la verità sulla morte del falso “dissidente” cubano Wilman Villar e la degna risposta del Governo di Cuba alla cinica affermazione del governo cileno su questo caso, in cui lo invita a preoccuparsi di risolvere le cause degli scioperi della fame veri che diversi settori sociali e paesi hanno fatto in Cile negli ultimi anni, a rischio della propria vita e salute, affinché le proprie giuste richieste fossero ascoltate e considerate.

    I Link a Youtube sullo sciopero della fame del compagno Eduardo Rojas sono i seguenti:
    1.- Dirigente Portuale di San Antonio si rivolge al Ministro Andrés Chadwick e allo Stato del Cile dopo 21 giorni di sciopero della fame: http://www.youtube.com/watch?v=Rw3fAgENNSY
    2.- Da 18 giorni in sciopero della fame lavoratore portuale di San Antonio rivendica i suoi diritti
    http://www.youtube.com/watch?v=ANELx_UyGj8
    4.- Lavoratore di San Antonio inizia uno sciopero della fame. http://www.youtube.com/watch?v=llPc_-82k8k
    5.- 28 DIC 2011 Portuale in sciopero della fame . http://www.youtube.com/watch?v=jSQMZyiRjB0
    6.- Sciopero della fame al Porto SAN ANTONIO. 3 gennaio 2012
    http://www.youtube.com/watch?v=hfjdWvBVkBE
    7.- Lavoratore Portuale da 45 giorni in sciopero della fame. 16 DE FEBRERO 2012
    http://www.youtube.com/watch?v=zy4iR1a3M9k

    I Link a Internet con la verità sulla morte del falso “dissidente” cubano Wilman Villar e la degna risposta del Governo di Cuba alla cinica affermazione del Governo del Cile su questo caso:
    1.- http://www.cubadebate.cu/noticias/2012/01/23/editorial-de-granma-denuncia-deliberada-manipulacion-politica-tras-muerte-de-preso-comun/
    2.- http://www.cubadebate.cu/noticias/2012/01/20/nota-del-gobierno-cubano-sobre-la-muerte-de-wilman-wilar-mendoza/
    3.- http://combatenews.bligoo.com.mx/cuba-responde-a-vocero-de-gobierno-chileno-no-intente-ganar-popularidad-inventando-un-disidente

    FRATERNAMENTE

    PARTITO RIVOLUZIONARIO MARXISTA-LENINISTA DEL CILE
    PRML DE CHILE

    (traduzione a cura della commissione internazionale della RETE DEI COMUNISTI)

    Radio Città Aperta - Roma

    Fonte

    Condividi questo articolo su Facebook

    Condividi

     

    Ultime notizie del dossier «Americas Reaparecidas»

    Ultime notizie dell'autore «Radio Città Aperta - Roma»

    4207