">
il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

Serva dell'imperialismo

Serva dell'imperialismo

(19 Marzo 2011) Enzo Apicella
Il governo italiano mette a disposizione 7 basi militari per l'attacco alla Libia

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Imperialismo e guerra)

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

06/03 - le farc smentiscono categoricamente i presunti attentati contro civili

(6 Marzo 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nuovacolombia.net

06/03 - le farc smentiscono categoricamente i presunti attentati contro civili

foto: www.nuovacolombia.net

Mediante una lettera aperta inviata lo scorso 3 marzo a Marleny Orjuela, presidentessa dell' “Associazione dei Familiari dei Membri della Forza Pubblica catturati e liberati da Gruppi Guerriglieri”, l'insorgenza rivoluzionaria delle FARC ha reso noto che le notizie diffuse in merito a presunti attentati ed attacchi contro la popolazione sono invenzioni del regime colombiano prive di qualunque riscontro; le FARC, inoltre, criticano duramente i mezzi di comunicazione che le diffondono “obbedendo ai compiti loro assegnati”.

“Recentemente”, si legge nella lettera, “vengono diffuse con frequenza notizie di ogni tipo di attentati contro la popolazione civile da parte nostra [...] Simili barbarie sono creazioni dell'intelligence militare. Nessuna supererebbe una qualunque indagine probatoria” .

“La manipolazione mediatica con la quale si perverte la realtà del nostro paese è spaventosa”, ed è “al servizio della macchina assassina del regime, quale parte integrante dei suoi piani di guerra”. Le FARC assicurano inoltre che il governo colombiano usa il dolore dei familiari e strumentalizza la stampa “per scatenare ancora di più l'odio e la guerra”, e invitano i parenti dei prigionieri a prestare attenzione e a non cadere nelle trappole del regime.

“I soldati e i poliziotti che saranno liberati hanno potuto contare su una sorte migliore delle migliaia e migliaia di desaparecidos e delle migliaia di vittime dei falsi positivi”, ovvero degli assassinii di civili poi travestiti da guerriglieri, perpetrati dai militari in cerca di ricompense e bramosi di mostrare vittorie sul campo di battaglia mai avvenute.

Il governo fascista di “Jena” Santos, consapevole dei passi avanti compiuti dalla guerriglia attraverso le liberazioni unilaterali dei prigionieri di guerra, intensifica macchinazioni di ogni sorta per intorbidire le acque e portare acqua al mulino della propria politica guerrafondaia, grazie all'appoggio dei media oligarchici; accusa le FARC dei crimini più indicibili, ma i veri attentati contro la popolazione civile, che hanno luogo quotidianamente in Colombia, portano la firma del regime e del terrorismo di Stato.

Altri Clamori dalla Colombia...

Associazione nazionale Nuova Colombia

5113