il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Imperialismo e guerra    (Visualizza la Mappa del sito )

La Nato in Libia

La Nato in Libia

(31 Agosto 2011) Enzo Apicella
La psico guerra della Nato inonda di false notizie i media di regime

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Imperialismo e guerra)

25/03 – non si ferma la lotta dei prigionieri politici colombiani

(26 Marzo 2012)

anteprima dell'articolo originale pubblicato in www.nuovacolombia.net

25/03 – non si ferma la lotta dei prigionieri politici colombiani

foto: www.nuovacolombia.net

I Collettivi di Prigioniere e Prigionieri Politici di 11 istituti penitenziari colombiani hanno iniziato, alcuni giorni fa, uno sciopero nazionale della fame per esigere che il governo consenta la visita nelle carceri della Commissione Internazionale di Osservazione della situazione dei Diritti Umani e delle condizioni dei Prigionieri Politici in Colombia.
Lo sciopero è un atto politico volto anche a stigmatizzare le ripetute dichiarazioni del
ministro della Giustizia e degli Interni Juan Carlos Esguerra, secondo il quale in Colombia “Non ci sono prigionieri politici perché qui non esistono prigionieri politici, né prigionieri di guerra!”
Chiunque può notare il patetico e meschino tentativo del ministro di oscurare il Sole con un dito, ripetendo un ritornello che -se non fosse per il drammatico contesto in cui migliaia di prigionieri politici colombiani sopravvivono nelle carceri in condizioni infernali, sottoposti ad ogni genere di tortura e vessazione- susciterebbe un’incontenibile ilarità.
E ancorché il regime colombiano ci abbia abituati alla pratica della più sfacciata negazione dell'evidenza, queste “chicche” di propaganda ai limiti dell'assurdo riescono ancora a sorprendere.
La polemica, se vogliamo concedere tale dignità alle insulse dichiarazioni della cricca di Santos, sorge quando la senatrice Piedad Córdoba ha richiesto di visitare alcuni guerriglieri rinchiusi nelle carceri colombiane, mentre fervono i preparativi per la liberazione unilaterale di 10 prigionieri di guerra, tra soldati e poliziotti, da parte delle FARC; come sempre accade, mentre l'insorgenza dimostra con fatti concreti la volontà di umanizzazione del conflitto che insanguina il paese, e di soluzione politica dello stesso, il regime fascista di “Jena” Santos fa l’impossibile per ostacolare qualunque passo nella direzione della pace.

Altri Clamori dalla Colombia...

Associazione nazionale Nuova Colombia

3511