il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Roma. Il Parlamento

Roma. Il Parlamento

(22 Novembre 2010) Enzo Apicella
Il vertice Nato di Lisbona decide di trasferire in Italia le atomiche americane che gli altri paesi europei non vogliono più

Tutte le vignette di Enzo Apicella

PRIMA PAGINA

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

SITI WEB
(Capitale e lavoro)

Diritto di sciopero: un invito alla dissociazione da respingere al mittente

(12 Giugno 2004)

Circola a Venezia un facsimile di ricorso gerarchico contro le sanzioni disciplinari conseguenti agli scioperi degli autoferrotranvieri di dicembre e gennaio.

Una vera e propria dissociazione dalla lotta, basata sull'accusa ad altri lavoratori di aver impedito di lavorare.

Il testo di questi ricorsi si commenta da solo.


Alla cortese attenzione del
Consiglio di Amministrazione A.C.T.V.

Oggetto: ricorso gerarchico

In riferimento alla Vs R.R. protocollo n………………… del ……………………… 2004, con la quale mi infliggete la sanzione disciplinare di ore n. due di multa per essere stato assente nel/i giorni di ……………….. dicembre 2003 dichiaro quanto segue:

Il giorno in questione era intervenuto un blocco del servizio per cui, nonostantemi sia presentato regolarmente al funzionario di servizio, questi non è stato in grado di fornirmi opportune istruzioni e concreta assistenza onde poter consentirmi di effettuare il programma delle corse previsto dal mio turno salvaguardando la mia incolumità fisica. Infatti nemmeno gli agenti di Polizia furono in grado di intervenire per proteggermi fisicamente salvo provocare eventuali risse, nonostante io mi sia prodigato per cercare di effettuare il mio turno. Chiedo per tanto al C.d.A. di rivedere la punizione inflittami, anche in considerazione del fatto che tale situazione mi ha visto per la prima volta coinvolto, mio malgrado, in un frangente di questo genere senza avere la possibilità effettiva di poter reagire poiché costretto fisicamente e dagli eventi a seguire il comportamento generale, ma soprattutto a causa dell’impotenza dell’organizzazione aziendale di fronte a quella situazione di tensione, e della cattiva informazione ricevuta. Assicuro comunque che per il futuro, dato il mio attaccamento alla missione aziendale, e all’Azienda stessa, che non permetterò che situazioni del genere interferiscano con il mio lavoro. Nella speranza di un Vostro favorevole riscontro.

Venezia, data del protocollo.

In fede

4127