il pane e le rose

Font:

Posizione: Home > Archivio notizie > Capitale e lavoro    (Visualizza la Mappa del sito )

Prima le donne e i bambini

Prima le donne e i bambini

(22 Febbraio 2009) Enzo Apicella

Tutte le vignette di Enzo Apicella

costruiamo un arete redazionale per il pane e le rose Libera TV

APPUNTAMENTI
(Capitale e lavoro)

SITI WEB
(Lotte operaie nella crisi)

Riforma Fornero: storia di ordinario cretinismo sindacale

(22 Aprile 2012)

I Concertativi lasciano indifesi i lavoratori. Minacciano fuoco e fiamme ma il tutto si riduce ad una blanda opposizione modulata sui ritmi (elettorali) dei partiti di riferimento. C'è sempre un nemico (di destra) da combattere per poi sposarne i programmi. Monti sarebbe meglio di Berlusconi?

L'ART. 18 È SOLO UN ICONA, SULLA QUALE FARE GRANDE CACIARA!

Minacciano tensioni sociali, e rivolte per poi ripiegare su più modesti presidi utili solo a farsi vedere in TV. L'articolo 18 non ha mai fermato i licenziamenti. Il tutto, trasformato in una vuota bandiera per darsi arie di sinistra e per magistrati illuminati ad intermittenza.

ORA, SOLO ORA, PROCLAMANO ADDIRITTURA SCIOPERI NAZIONALI, MA NON SUBITO, PIÙ IN LÀ, CON CALMA

Intanto, silenziosamente, giorno dopo giorno, le prepotenze del padronato imperversano.
• Nelle cooperative della logistica i caporali affiancati dalla polizia in assetto antisommossa permanente vogliono imporre ritmi forsennati e licenziamenti indiscriminati. Alla GLS, alla TNT, alla Esselunga e tante altre cooperative sparse per l'Italia i “grandi” sindacati sono assenti.
• Nella Sanità gli Ultras Aziendalisti vogliono imporre qualità e professionalità con personale sempre più ridotto. Anche qui i “grandi” sindacati sono di fatto assenti e si rianimano solo per riempire le caselle RSU.

Nel privato ed in ogni dove, della difesa dai licenziamenti devono essere protagonisti i lavoratori stessi.

Come i lavoratori della logistica in questi giorni da Pioltello a Piacenza!

PER QUESTO IL PRIMO MAGGIO NOI PARTECIPEREMO ALLA MANIFESTAZIONE DI QUESTI LAVORATORI A PIOLTELLO, PER UN PRIMO MAGGIO DI LOTTA CONTRO TUTTI I COMIZI-PREDICA SU MIRAGGI DEMOCRATICI O SU LONTANI COMUNISMI AGITATI SOLO PER COPRIRE LA PROPRIA INUTILITÀ. INVITIAMO TUTTI I COMPAGNI ALLA PARTECIPAZIONE!!
CONTATTATECI IN SEDE, ALLO 010 862 20 50 ED AL 338 160 44 08.

Logistica in cui, ai licenziamenti "discriminatori", i lavoratori oppongono gli scioperi, la loro forza e unità.
Evidentemente non bastava invocare l'articolo 18, che per i “grandi” sindacati sarebbe invece la linea del Piave, per poi solo subire, come sulle pensioni, senza neanche un finto sciopero generale.


La possibile opposizione è stata diluita in mille rivoli: due ore, solo alcune categorie, qualche assemblea, qualche sceneggiata per le TV. Monti sarà fatto subito santo e l'opposizione, nelle sua variegate componenti, vanterà solo una modifica parziale. Intanto la cassa integrazione, dal 2014, verrà ridimensionata a fronte della promessa di estendere l'indennità di disoccupazione con risorse ancora da trovare. Della serie tagli agli ammortizzatori sociali, poi per l''assegno di disoccupazione (massimo 12 mesi) … si vedrà ... Molta della finta opposizione è finalizzata alla difesa della concertazione, cui Monti ha messo la parola fine e, da buon “allenatore”, MESSI IN PANCHINA I PARTITI, INDICA LA TRIBUNA PER I CONCERTATIVI

Concertativi disposti a sacrificare gli interessi reali dei lavoratori pur di difendere la propria "rappresentatività".
Questo bel sindacalismo, rimanda la difesa degli interessi concreti ad una velleitaria pressione sul parlamento,
cedendo agli interessi delle frazioni borghesi e dei partiti, che hanno scelto, appoggiandolo, il governo dei tecnici.

QUESTO SINDACALISMO CONCERTATIVO, FOSS'ANCHE TINTO DI ROSSO, È SOLO UNA VARIANTE DEL CRETINISMO PARLAMENTARE !!

Sin. Base

Riforma Fornero: storia di ordinario cretinismo sindacale

6698